stuz

sparo solo stronzate

La tua mente mente

L’altro giorno stavo pensando a quanto gli omosessuali (gay e lesbiche indistintamente) siano sessualmente egoisti nei confronti degli etero (qua la mano, Ratzinger! *swissh* he-heeey).
Tutto quello che un omosessuale da’, viene preso da qualcuno che quella cosa già ce l’ha! E’ uno vero spreco questo! Per ogni coppia di omosessuali felici, c’è potenzialmente una coppia di eterosessuali tristi…questa è una vera ingiustizia! Insomma è come se a tavola ci fossero 4 persone e due piatti, uno con 4 patate e l’altro con 4 salsicce (notata la sottile ironia?). Mettendo che nessuno degli invitati sia vegetariano od affetto da qualche disturbo alimentare o malattia, la cosa migliore sarebbe che ciascuno di essi possa mangiare una salsiccia e una patata.

Se uno prende due patate o due salsicce si generano dissensi in tavola! Se poi si prendono 3 cose, qualcuno rimane a bocca asciutta ma questo è un altro discorso…
Penso che la cosa migliore sia che tutti gli omosessuali maschi diventino lesbici e le femmine diventino frocie, in questo modo si sarebbe ancora omosessuali, ma almeno si riporterebbe l’equilibrio…credo.

Parlando d’altro, ho constatato come anche la più schifosa, la più puzzolente, la più nauseante cosa a questo mondo possa in verità nascondere intrinsecamente alcuni aspetti positivi non da poco. Sto parlando, qualora non si fosse capito, della Merda.

Avete mai fatto caso a quanto sia salutare, socialmente parlando, discutere di come e di quando si va a cagare?
Rifletteteci un secondo: tutti diventano immediatamente sinceri, non c’è motivo di mentire o di fare tanto gli schizzinosi dal momento che TUTTI caghiamo nella vita. In quei momenti di dibattito goliardico tutti tirano fuori qualche storiella divertente o qualche aneddoto capitato qualche volta mentre si era al cesso, dei tipi e delle dimensioni delle cacche fatte in passato, di quanto alcune tipologie puzzino di più rispetto ad altre, del rumore che fanno quando toccano il fondo e come questo dipenda anche dalla loro forma, o anche gli ingredienti culinari che ci stimolano meglio e che causano un maggior o minor fetore. Insomma, tutti allargano le proprie conoscenze e nessuno si prende troppo sul serio, ma si tratta di discorsi sinceri, tutti si denudano di ogni pudore dinnanzi agli altri interlocutori, e quando questo accade la discussione si anima pacificamente, non ci sono limiti, si ride, si scherza e questo porta inevitabilmente ad una miglior interazione con i presenti. Perchè litigare, quando il massimo che si può fare è denigrare se stessi?
Ricordo che hanno fatto un esperimento poco tempo fa: in un ufficio di marketing sull’orlo del fallimento, uno psicologo ha avuto la brillante idea di lanciare una curiosa iniziativa: andare a lavorare completamente nudi. La cosa ha portato, non solo un innalzamento degli utili (e forse anche di qualcos’altro) ma anche una ricostruzione dei rapporti interpersonali a dir poco strepitosa. Credo che le due cose siano strettamente correlate. Il denudarsi di ogni pudore, fisico o morale che sia, porta benessere alla persona.

Non c’è niente da fare, i discorsi su cagate e scoregge mettono sempre tutti d’accordo, inoltre è bello constatare quanto l’uomo riscopra se stesso parlando di merda. Fa riflettere, sì sì…

 

A questo punto se non ve lo foste già chiesto ve lo faccio notare io: che diavolo c’entra il titolo di questa sparata con tutto il resto?
Niente. Era da un pò che volevo intitolare una mia sparata con quella frase, lo faccio ora così mi tolgo il pensiero.

EDIT: Piccola constatazione personale. Trattando di questi temi in questo post credo che attrarrò sicuramente qualche pervertito, essendo le keywords principali di questo articolo “lesbiche”, “gay”, “merda” e robe affini…
Ma non me ne frega nulla a dir la verità.  Vedremo Google Analytics cosa avrà da dire a riguardo, fra qualche settimana

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie. Maggiori info

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi