stuz

sparo solo stronzate

Pensieri di fine settimana

Sono le 18:05 di venerdì pomeriggio, e io sono a meno di un’ora dalla fine della settimana lavorativa…

“E che cavolo stai facendo qui su questo cesso di sito, invece di lavorare?”

Primo: come ti permetti di dire che è un cesso di sito!?!
Secondo: dovresti vedere le ore precedenti…
Terzo: interrompimi un’altra volta e vedrai cosa ti succede!

Dicevo, ho deciso di buttare giù un paio di righe a mo’ di diario, per ammazzare un pò il tempo e perchè il sito è mio e ci faccio ciò che voglio! Oh!

Non che abbia in realtà qualcosa da dire, ma mi piace scrivere lasciandomi trasportare solo da quello che sto pensando in quell’esatto momento. Tutto ciò potrebbe portare ad un testo incomprensibile o sintatticamente/grammaticalmente scorretto, ma infondo il tempo da perdere è anche il tuo quindi figurati…è già tanto che sei arrivato a leggere fin qui, quindi diciamo che in qualche modo ti sono debitore visto che per farmi contento stai pian piano deteriorando la tua vista (piccolo consiglio per chi non ama le cose estreme: c’è un link in alto a destra chiamato ‘Orange’, cliccaci. Secondo alcuni studi di non-so-chi pare che quel contrasto sia il migliore per la lettura. Fonte: Zio Jeppo).

Per sanzi! Per scrivere ‘ste tre corbellerie c’ho messo 13 minuti, pazzesco, sono le 18:18…faccio davvero schifo. Tuttavia sono convinto che sia un post molto migliore di tutte le troiate scritte da qualsivoglia bimbomikia sui vari network prefabbricati, quali facebook e similari. Se non altro questo è scritto secondo regole grammaticali ferree (grazie maestra Altea) anche non avendo scritto, all’atto pratico, nulla di nulla. Sono privo di idee questa è la verità, qualcuna m’è saltata in mente mentre costruivo il sito ed ora che è pseudo-pronto non ho più un cazzo da dire. Che condanna.
Però dai ammettetelo, se siete arrivati fin qui è perchè so come tenervi interessati ed attenti. Per la serie: “non ho scritto nulla, ma l’ho scritto davvero molto bene”. 😀

Mmh, eppure qualcosa da dire dovrò pure averla, io che sto sempre incazzato con il mondo, io che sono testardo e fissato con le mie idee…che stia diventando un prodotto della società come quella truzza di mia sorella? No, Dio me ne scampi!

Oh, oggi è il 30° anniversario della nascita di Pac-Man! Che emozione, il progenitore di tutti i videogiochi ignoranti, violenti e fracassioni a cui gioco ora, chissà che palla di mondo che sarebbe ora se non l’avessero mai inventato.
Comunque, io sono di questo avviso: un gioco sarà pure ignorante, sarà pure violento, ma è sempre meglio che ubriacarsi o drogarsi come fanno i truzzi. Ben venga se spendo soldi in videogame, piuttosto che in erba, no?
Oramai quando parli con qualcuno e gli dici “mi sono comprato il videogioco taldeitali” pare che gli hai rivelato di essere omosessuale e ti squadrano come se stessi indossando un cappello da Babbo Natale mentre balli la tarantella su un gruppo di scoiattoli travestiti da hot dog. Senza contare poi quando se ne escono con frasi del tipo “Io per quella roba non ci spendo i soldi”. Ah si? Però te la scarichi! Qual’è il motivo di tutto ciò? Per comprarti l’abito firmato che vale 4 soldi però 200 e passa euro ce li spendi, per il cellulare ultima generazione del quale non sfrutti neppure un 10% però 300 e passa euro ce li spendi! MA un gioco che puoi benissimo trovare a 10€ preferisci scaricarlo…Allora, come lo giustifichi? Un atto anticonvenzionale? Un atto di ribellione? E verso cosa? Posso capire se un gioco fa pena, ma se ti piace?

Quindi sono arrivato alla conclusione che la gente non ama spendere soldi per cose con cui poi non può farsi lo svelto, con i quali non può mostrarsi in giro e dire “ti piace? l’ho pagato 200€. Ipocriti!

Ahuahua, tutto questo mi ricorda me quando rompo le cisti a Sabrina dopo che s’è comprata 10 smalti di colori diversi, che non utilizzarà quasi mai e che non esaurirà mai, solo perchè costano 3 euro. Quegli smalti fanno la fine del mio burrocacao o dei miei deodoranti, li uso talmente poco (perchè io profumo di mio, auhauhauh) che li ho da decenni e non sono ancora riuscito a sfiatarne uno del tutto.

Aaahhhh quante cazzate che sono riuscito a sparare in 41 minuti (neppure tante per il tempo trascorso, ma va bene così), chissà che un giorno non decida di mettermi alla macchina da scrivere e iniziare a scriverci un romanzo, conoscendo i miei tempi per portare a termine qualcosa direi che in 38 settimane potrei essere riuscito a trovare la voglia di completare l’introduzione. Il resto penso che riuscirei a completarlo per quando gli anni ripartiranno dallo 0, e Gesù Cristo Reloaded potrà farne la recensione.

Vabè, dai, ho deciso che vi terrò compagnia fino alle 19:00 (poi me la squaglio che mi sono rotto di stare in ufficio). Aspettate un secondo, m’ha scritto Gazza su Messenger, il tempo di rispondergli e torno…….Ri-eccomi qui, scommetto che vi sono mancato!
Quasi quasi me la svigno prima, in fondo non ho più nulla da dire (strano) e poi qui non ho più nulla da fare, stavo giusto pensando di…OMMIODDIO SONO LE 19:00!!!

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie. Maggiori info

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi