stuz

sparo solo stronzate

Venerabili Escrementi Celesti

My default image

Vorrei porre la vostra attenzione su una questione che da anni mi dà il tormento e che non mi lascia dormire la notte. In realtà dormo benissimo lo stesso, anche troppo, però è comunque una cosa a cui mi ritrovo spesso a pensare, data la mia attitudine a fissarmi sulle futili stronzate. Si tratta di un dubbio quantomeno un po’ delicato nella sua volgarità, in quanto coinvolge religione ed escrementi (anch’io credevo fossero sinonimi, ma no).

Ops! Avrei dovuto avvertire prima quelli che si sentono toccati da questi discorsi che questo sarebbe stato una sparata un po’ borderline. (Non) Vi chiedo scusa.

Veniamo al dunque.

Tutti sappiamo che tendenzialmente tutto ciò che riguarda le nostre icone celesti preferite assume come per assegnazione dovuta un valore inestimabile, diventa una reliquia da venerare e da rispettare; vi basti pensare alla Sacra Sindone, al nudo legno della Croce di Cristo, alla Lancia di Longino, elementi anche visti come negativi se presi dal punto di vista della vita di Nostro Signore. Tuttavia la cosa si estende anche ad elementi della vita quotidiana che presi in determinati contesti diventano oggetti di culto e guai a dirgli male; mi riferisco ad esempio ai ramoscelli d’ulivo, all’agnello, al pane azzimo o al cazzo che ne so io. Tutto ok, tutto bello, una serie di boiate se volete, ma ci sta.

Seconda premessa: Cristo è figlio di Dio, è Dio stesso fatto uomo (e io sono il padre di mia madre, ndStuz), e in quanto uomo suppongo che dopo aver mangiato andasse di corpo. Scommetto anche che a quei tempi la dissenteria fosse all’ordine del giorno per cui non voglio pensare che Cristo Nostro Signore non cagasse mai. E ricordiamo che Cristo è Dio e viceversa, quindi se caga Uno è plausibile pensare che stia cagando anche l’Altro.
Faccio questo appunto solamente per specificare che Dio, in quanto essere senza forma, ovviamente non può cagare, ma visto che mi mi si dice che Egli e suo figlio di fatto sono la stessa cosa, e suo figlio è uomo allora per logica in qualche modo caga anche Lui.

QUINDI LA MIA DOMANDA È:
Affermare che “la merda di Cristo (o di Dio) fa schifo e puzza” è considerabile come un’offesa? Offendere lo scarto organico di una figura sacra equivale ad una bestemmia?

La domanda è tutt’altro che banale, io personalmente ritengo che non possa essere considerata una bestemmia dire “Mannaggia la cacca di Gesù Cristo” oppure “Sia dannata la merda di Dio” (ma poi, “merda” andrà scritta con la lettera maiuscola in questi casi?).
Il perché è presto detto: sono certissimo che anche il Cristo detestasse la puzza della sua merda, questo mi porta a pensare che nemmeno a lui la sua merda andasse proprio a genio. O ai suoi discepoli. Ma è pure normale, cazzo, la cacca è IL rifiuto per antonomasia, l’agglomerato di tutte le cose che la nostra persona non abbisogna, la summa dello scarto sia organico che metafisico. Quindi ritengo che offendere la Sua merda, detestata da Egli stesso (o Essi stessi), non dovrebbe essere presa come offesa a Lui solo perché sia una cosa da Lui prodotta.

L’altra faccia della medaglia in questo caso è rappresentata dal fatto che, ne sono certissimo, Cristo detestasse anche la lancia di Longino o quella stramaledetta Croce che ha dovuto portarsi appresso per tutto il monte Calvario, la sua corona di spine e pure i chiodi che l’hanno tenuto appeso come un quadro. Eppure guai ad offendere una di queste cose! Non sia mai detto in giro “mannaggia la croce di Gesù Cristo”, nonostante sia una cosa che lo ha fatto soffrire, che lo ha portato alla morte. È una cosa brutta, ma non si può dire, va venerata in qualche modo.

Allo stesso modo anche la merda è una cosa brutta. Dovremmo venerarla solo in quanto proveniente dal figlio di Dio? Anche se lui stesso la ripugna?
La quasi totalità di oggetti sacri che veneriamo sono solitamente cose che hanno portato sofferenza a Nostro Signore. Dovrei forse supporre che se avesse cagato uno stronzo talmente grande e duro da devastargli il buco del culo allora quel trozzolo sarebbe stato meritevole di adorazione e preghiera e i cui resti sarebbero dovuti stare in una teca a Gerusalemme e per la quale la gente va a fare pellegrinaggio? Ne avrebbero eretto templi e monumenti?

Che mi risulti non esistono testimonianze sul fatto che Gesù Cristo cagasse e in che misura, quindi se il problema di cui sopra per voi non dovesse sussistere allora potrei dire che la bestemmia nelle frasi ipotizzate prima non sussiste, in quanto fanno riferimento ad oggetti non direttamente collegati alla trinità. Dire “mannaggia il cavallo a dondolo di Gesù Bambino” non dovrebbe scuotere gli animi dei credenti esattamente come quando si senta dire “mannaggia la merda di Dio”, di entrambe non si hanno prove, nel primo caso è improbabile che Gesù da bambino avesse mai avuto un cavallo a dondolo e offenderlo equivarrebbe a bestemmiare Babbo Natale, nel secondo caso oltre a non essere documentato si ha la quasi certezza che gli stessi interessati disprezzassero i propri escrementi.

Qualcuno di voi poi potrebbe anche venirmi a ripetere la frasetta stupidissima che sento dire ogni volta “È bestemmia se l’intenzione è quella di offendere”. Non è questo il punto. Io voglio offendere LA MERDA di Gesù o di Dio o dello Spirito Santo e non direttamente questi ultimi; ma dire semplicemente “mannaggia la merda” non sarebbe minimamente rappresentativo. C’è bisogno di specificare di chi è e da chi è stata prodotta, mi dispiace che suoni male alle orecchie dei credenti, ma purtroppo è una questione di grammatica.

Lasciatemi tirare le somme, che è ora di pranzo e se parlo ancora un po’ di merda, per quanto venerabile uno possa pensare che sia, mi passa la fame.
Insultare la merda di Dio non è insultare Dio. È ripugnare qualcosa che a Dio stesso fa schifo, come i demoni dell’inferno, come Satana in persona. Insultando la merda di Dio onnipotente è insultare una Merda onnipotente, la merda più grande mai esistita e che mai esisterà, il male assoluto, l’equivalente di una merda così grande è il rifiuto più grande che si possa immaginare. Cosa si rifiuta una volta battezzati? A cosa si rinuncia? È plausibile pensare che la merda di Dio sia all’atto pratico Satana stesso, quindi in realtà insultandola si sta facendo semplciemente la sua volontà.

Parola del Signore.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie. Maggiori info

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi