stuz

sparo solo stronzate

Applecalypse

{jumi [*14]}Mio Dio, guarda chi è tornato strisciando come un verme implorando compassione.
È o non è tutta la comunità di teste di cazzo che mi veniva a dire "scegli Apple che non becchi virus"? Ma sì, sono loro! Guarda come si contorcono, per il cuore di Giuda!

Cos'è? I vermi sono entrati dal lato morsicato della mela? È crollata la vostra roccaforte? Vi sentite feriti? Derisi? In pericolo? Presi in giro? Io vi avevo avvertiti, ma siete solamente stati capaci di ridermi in faccia e di prendermi per un pazzo (wasn't I 'foolish' enough, my dear friends?). Nessuno di voi beceri cazzoni ha voluto darmi retta.
Non fate finta di non sapere di che sto parlando!
Inizia l'avanzata delle pedine nere sulla scacchiera. Era solo questione di tempo prima che la cosa prendesse piede e già diversi mesi fa c'era odore di disfatta. Davvero pensavate che l'esclusività del finto alternativismo Mac sarebbe durata così a lungo? Avreste dovuto saperlo che il vostro passaparola estasiato da fanboy ne avrebbe aumentato la diffusione, giusto il tanto che basta per far gola all'intera comunità hacker e farla mobilitare, una comunità che già assapora il sangue virtuale di Apple, che vi dimostrerà il vero significato di hungry & foolish. Personalità determinate a raggiungere un obiettivo, che dopo tutti questi anni passati a sentire le vostre farneticazioni sulla superiorità dell'architettura Mac (che poi è un derivato di UNIX, stesso campo di battaglia hacker) sfideranno se stessi e troveranno il modo per mettervelo in culo.
Di nuovo, davvero pensavate che i sistemi Mac fossero l'ultimo baluardo della sicurezza? La vostra fortezza inespugnabile al quale abbandonarsi ciecamente? Poveri stolti.
Non ho memoria di quante volte tra i forum leggevo eretici come me avvisare i fanboy che non avrebbero dovuto dare troppa fiducia alla sicurezza delle architetture Apple, che un giorno anche lei avrebbe mostrato il fianco. Vennero derisi anche loro, come i più ignobili dei ciarlatani. Sarebbe venuta l'ora della nostra silente vendetta, anche se nonostante tutto ancora oggi negate che il problema esista. Apple e il suo dannato lavaggio del cervello.
Ho sentito in giro qualcuno di voi piagnucolare roba del tipo: "Ah, si ho sentito di quel malware, ma non è un vero malware perchè per attivarlo si richiede l'autorizzazione dell'utente, quindi è colpa dell'utente se il PC s'infetta. Non di MacOSX." Sì, è colpa dell'utente. È vero. Ma è il principio di funzionamento preponderante anche su Windows. Il 90% delle volte è l'utente che non sa quello che sta facendo. Quindi come vedete voi utenti Mac non siete superiori a un bel cazzo, il livello di stupidità è esattamente identico, per cui non tentate neppure di giustificare la vostra presunta esperienza in materia di computer acquistando un Mac.

Come pensate di essere credibili nelle cose che dite quando vedo animali come voi durante l'apertura d'inaugurazione di un nuovo centro commerciale sfondarne le serrande perchè i gestori hanno scioccamente pensato di mettere in vendita l'ultimo smartphone di casa Apple a prezzo 'stracciato'? Come potete ora pretendere che io dia retta ai vostri farfugliamenti da mentecatti indottrinati? Suscitate in me solo tanta tristezza. Miserabili decantatori di un mondo fantastico dove si viaggia esclusivamente su binari e guai a chiedersi cosa c'è oltre le montagne.

Flashback è stato solo il primo ad aver sollevato (una minima) attenzione mediatica, prima di lui altri ne sono venuti. Ed altri ne verranno, state tranquilli. Apple ha appena varcato la soglia di non ritorno. La stessa Apple che non risponde alle richieste d'aiuto della sua comunità, alzando lo sguardo con indignata superiorità, quasi come a negare l'esistenza di un malware che infetta i suoi sistemi come se fosse il risultato sbagliato di un'equazione perfetta. La stessa Apple che ha fottuto soldi per anni ai suoi acquirenti con la scusa della garanzia a pagamento o con l'iPhone 4 a cui funzionava male l'antenna e che come scusante ha tirato fuori le cattivi abitudini d'impugnatura dei suoi utenti.

Digressioni storiche a parte, alla notizia del malware inizialmente ho mostrato un certo scetticismo anche io, visto che la notizia e le statistiche sono state divulgate da Kaspersky Labs che attualmente è uno dei pochi ad avere all'attivo un antivirus per sistemi Mac, quindi ha tutto l'interesse a spingere il proprio prodotto sul mercato. Ma quando poi Symantec e Dr.Web sono scesi in campo ho capito che qualcosa di grosso stava accadendo ed anche se effettivamente il numero di pc infetti è davvero esiguo rispetto a quello che si ha se si va ad analizzare la situazione di Microsoft, è il fatto che fa riflettere, nulla sarà più come prima.
Il malware è stato rilevato su centinaia di migliaia di sistemi Mac ed è stato in gran parte debellato grazie ad una patch rilasciata dalla stessa Apple. Appena dopo però che il virus mutasse. Punto e accapo. Il meccanismo è innescato anche per voi, belli miei, e si arriverà presto alla resa dei conti.

Davvero pensavi di farla franca, Apple?
Da oggi in poi…think different. 😉

Muore lui: tutti tristi. Muore l’altro: tutti zitti

{jumi [*14]}Eheheh, proprio come sospettavo è successo che la morte di Dennis Ritchie è passata inosservata agli occhi del grande pubblico, troppo occupato ancora a piangere la scomparsa del povero Steve Jobs.
Chi è (chi era) Dennis Ritchie? Voi lo sapete? Io non lo sapevo fino a quando San Google News, informato a sua volta da svariati siti web, non mi ha informato della sua morte, dunque sono andato a documentarmi.
Per chi ancora non lo sapesse dico brevemente che era colui che ha co-inventato il linguaggio di programmazione "C", sul quale si basa l'intero mondo software odierno. Uno con le palle che ha fatto e continua a fare scuola!
Windows, Linux, MacOS, Android, ma anche XBOX, PlayStation e tutta la sfilza di apparecchi che si basano su un software per funzionare, tutti utilizzano il medesimo linguaggio di programmazione che Dennis Ritchie ha creato, assieme al suo collega Ken Thompson, agli inizi degli anni 70.
Provate a pensare quanto può essere stata determinante la sua esistenza per il modo di vivere e di lavorare odierno. Si, anche per mandare mail e navigare su internet dal vostro merdosissimo iPhone.

Dennis ora non c'è più e così come io non lo avrei mai saputo se non mi informassi quotidianamente su siti specializzati del settore molto probabilmente non lo saprà mai nessuno che del settore non capisce un cazzo ma che ancora oggi piange come un bamboccio quando sente che "L'inventore del suo amatissimo iPhone (o iPod, o iPad o il cazzo che volete) è morto", affibiandogli addosso titoli come "il Leonardo Da Vinci di questo millennio".
Nota a margine: "inventore" solo di nome, perchè di fatto Steve Jobs non era nè un programmatore nè un tecnico, a parte dare un nome alle cose e a fabbricare concetti non è che facesse molto altro, non che sia cosa da poco in ogni caso. Era un ottimo uomo di marketing e un grande imprenditore, questo si (sebbene detesti la Apple e tutti i suoi prodotti in maniera indistinta).

Comunque non fa notizia la morte di uno sconosciuto per quanto possa aver cambiato il mondo più di Steve Jobs, per quanto lo stesso Steve Jobs debba il suo successo, in buona parte a Dennis Ritchie. Non fa notizia, a nessuno interessa perchè siamo tutti fondamentalmente degli iprocriti.

Per lui non ci sono "C Store" a cui portare fiori, non c'è un sito dove spiattellare un necrologio. Non ci sono servizi da mandare al TG su cui farci speciali su speciali dove sparare cazzate dette da gente che non sa di che sta parlando.
Dennis se n'è andato e nessuno lo sa, per cui nel mio piccolo voglio dare un minimo di visibilità a questo fatto.

Grazie Dennis, anche a nome di tutti i cazzoni che non apprezzeranno mai il fatto di aver reso il mondo informatico e telematico quello che è.

Ironia della sorte

Ma…non notate sia piuttosto ironico che il povero Steve Jobs, l'ex capo dell'azienda che più detesto, che più non sopporto, abbia lasciato questo mondo proprio il giorno del mio compleanno?

Ci facevo caso ieri, leggendo l'ennesimo post sull'ennesimo blog che parlava della sua morte. È una coincidenza troppo assurda, voglio dire, sì che la Apple mi sta sui coglioni ma una cosa del genere non sarei mai arrivato nemmeno a pensarla, non foss'altro perchè contro lui non avevo quasi nulla e dall'esterno mi pareva anche una persona piuttosto simpatica.

Non so voi, ma a me questa cosa inquieta…

Si, pronto? Chi mi cerca?

Facevo un giro sulle statistiche di Google Analytics installate in questo sito (sì, io vi osservo, io so tutto di voi, ahah) e mi sono scompisciato dalle risate sapendo che alcune persone hanno (presumibilmente) letto alcune delle mie sparate cercando su Google particolari frasi che riportavano a determinati argomenti trattati in questo pseudo-blog.

Bon, tralasciando le ricerche più banali quali “stuz” e “stuz.it” passiamo all’esilarante classifica. I visitatori giunti in questo sito, ci sono arrivati cercando le seguenti frasi su Google:

 

  1. mi compri l’ipad?
  2. resoconto rammstein villafranca
  3. “you’ve got a figa”
  4. dove comprare i gelati grand soleil?
  5. l’ipad ha la webcam
  6. ma quando cazzo le mette le prevendite la apple!
  7. odio mac rivendo
  8. pantaloni lunghi obbligatori al lavoro
  9. papa mi compri l’ipad
  10. steve jobs mi sta sul cullo
  11. stuz recensioni film

 

Spettacolare constatare come la gentaglia che viene qui ci venga principalmente per motivi riguardanti iPad o Apple. Spero quantomeno di avere aperto gli occhi a qualcuno con i miei scritti, visto che dalle ricerche si capisce bene in quale articoli i visitatori siano andati a finire. Menzione d’onore per la ricerca numero 9, viene quasi da chiedersi che diavolo di risposta l’utente si aspettasse da Google…mah!

Altro punto esilarante è la ricerca numero 4…cioè, ma dico, non solo è deprecabile il fatto che tu stia cercando di comprare quegli schifosissimi gelati maledetti, ma non ti sono bastate le pubblicità per capire dove trovarli!? Mah 2!

Medaglia di bronzo per la ricerca numero 7, l’autore della quale probabilmente sarà qualche mio figlio segreto sparso per il globo e che invito a farsi avanti per conoscere la sua famiglia. Sei riuscito poi a trovare qualche beccamorto che se lo ricomprasse? Suppongo di si…

4ª Degenerazione

"Papà, papà, avevi ragione la Apple è un cesso."
"E sai qual'è la cosa più triste, figlio mio? Che qualcuno verrà anche a dirti che non è vero. Tu non credergli figlio mio…non credergli, a qualsiasi costo!"

Quest'oggi per la nostra rubrica "Le peggiori cazzate spacciate per gioielli" torneremo a parlare di nuovo di Mr. Jobs e dei suoi prodotti hi-tech multigenerazionali.

In questa puntata: iPhone 4G.

{jumi [*14]}Come al solito al TG interi servizi sui centosettantamila cerebrolesi attaccati come tarzanelli alle vetrine dei negozi Apple per provare/comprare il nuovo super prodotto di casa Mela al proverbiale "day one". Una massa di zombie che inseguono un cervello marcio, solo perchè sopra c'è la glassa di budella.
E come al solito non si tratta di servizi giornalistici, ma vere e proprie pubblicità, che esaltano solo il fatto che sia uscito il nuovo iPhone, tanto la gente lo conosce, sa che è bello, cosa dovrebbero sapere di più? No?

Aldilà di offese e frecciatine fini a se stesse, e con le quali non placherò mai abbastanza il mio disprezzo verso questa società, passiamo ora a farvi capire il perchè di tanto accanimento.
La questione è quanto mai piu semplice e banale ci si possa aspettare, ma che solitamente non ci si dovrebbe aspettare data l'importanza di un marchio così divino come Gesù-Cristo-Apple: l'iPhone è un telefono che telefona male.
"Ma come? Che cazzo dici Stuzzolo? Non è possibile, stai esagerando!"
"Zitto fanboy! Fammi finire"

Pare (no, non "pare", è così!) che iPhone 4G abbia problemi di ricezione dovuti ad una struttura interna dei componenti non ottimale, che causa, quando lo si impugna con la mano sinistra, un decadimento della ricezione causato dalla copertura con le dita dei componenti che compongono l'antenna interna (una staffa di metallo piatta che percorre il lato sinistro, appunto, del telefono stesso).

Visto che non si tratta di un caso isolato, ma lo fa con TUTTI i cellulari, Steve Jobs ha pensato bene di dare una spiegazione ed un consiglio: Il cellulare non funziona? Non è un problema del cellulare, ma di come lo si impugna. WHATTHEFFFUUCK?!?

Citando l'articolo su WinTricks.it leggiamo:

"Contattato dalla redazione di Engadget, Jobs infatti ha risposto sostenendo che il problema non sta nel dispositivo ma nel modo di tenerlo in mano. In poche parole, secondo Jobs il problema starebbe tutto nell’impugnatura non corretta del telefonino, cioè a seconda della presa verrebbero attenueate le prestazioni dell’antenna.Tale problema inoltre affliggerebbe tutti i cellulari.

La posizione errata delle mani è quella di coprire l’angolo sinistro inferiore del dispositivo, creando cioè una sorta di ponte tra le due componenti dell’antenna. Il rimedio suggerito è quello di mettere le dita lungo il lato lungo del telefonino oppure di usare una cover. Una risposta, quella di Jobs, che ha lasciato sconcertati gli utenti che speravano che in qualche modo Apple potesse intervenire su quello che, da quanto si può dedurre, sembra essere un difetto causato dal particolare design di iPhone 4."

Scommettiamo che qualche cazzone gli darà pure ragione?
Cara Apple, ringrazia Gesù Cristo che ti odio già da prima e che non compro le troiate che spacci, perchè se avessi comprato questo cesso e mi fosse arrivata una risposta del genere non credo che sarei stato più padrone delle mie azioni.
UNA COVER, certo! Me la paghi tu?! Inoltre già sopporto a fatica il fatto che non ci possa installare dentro quello che voglio e che non supporta Flash Player, adesso ci manca solo che voi mi diciate anche come devo impugnarlo! Vai sicuro! Non è che mi sapreste anche consigliare in quale buco preferite che ve lo infili?

Ennesimo fallimento epico dunque…ma come ha scritto sarcasticamente qualcuno in un commento che mi ha strappato una risata: "dai, l'iPhone fa un sacco di cose…cosa importa che non telefoni?"

 

Per saperne di più: articolo su HWUpgrade.it | articolo su WinTricks.it

Quale browser?

Mmmh navigando con Internet Explorer (per motivi di lavoro, specifichiamolo bene!), sono andato a visitare il mio sito, che come noterete non è visibile su IE, orbene cliccando sui link che la pagina mostra ho scoperto una cosa curiosa e divertente allo stesso tempo.

Sul sito di Firefox leggiamo: “Scopri il miglior browser del mondo”

Spostandoci invece sul sito di Opera leggiamo: “The fastest browser on Earth” (Il browser più veloce sulla terra)

Se invece clicchiamo sul sito di Internet Explorer: “Stai navigando con un browser diverso da Internet Explorer. Sei soddisfatto del tuo browser? Ma sei proprio sicuro che sia il migliore per te?” Mettendo poi in mostra i motivi per cui lui dovrebbe essere migliore…

Poi è il turno di Safari: “Apple presenta Safari 4. Dai un’occhiata alle straordinarie novità del browser più veloce del mondo”

Chrome invece è molto più umile e non fa riferimento a nessun altro concorrente, tranquillizzandoci con un semplice “Prova un browser web veloce e gratuito”.
Del resto lo stile di Google è incontestabile.

Ora, mettendo da parte il mio risaputo schieramento a favore di Firefox, il mio dubbio è questo: tutti o quasi asseriscono di essere migliori degli altri…quindi ho ragione di credere che almeno 3 di loro stiano mentendo! Sapendo che uno di questi è sicuramente IE (per ovvi motivi e per un sito quasi autocommiserevole) e sapendo che Google Chrome non è il migliore perchè neppure lui prende in considerazione la cosa…chi sarà il browser onesto tra Firefox, Opera e Safari? Forse è il caso di andare a vedere le percentuali di utilizzo…

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie. Maggiori info

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi