stuz

sparo solo stronzate

Cultura fuori mercato

{jumi [*14]}Mi piacerebbe entrare nelle teste dei figoni di Euronics per capire con che criterio stabiliscono i prezzi dei DVD, CD musicali, e videogiochi. Non tutti gli Euronics, chiariamoci, solo quelli che stanno infognati nei centri commerciali a Pescara, ma probabilmente non saranno gli unici.

Sicuramente c'è qualcosa che non va!

Ad esempio, oggi come oggi non è più possibile trovare un DVD, per quanto limitata possa essere l'edizione, a venti Euro! Non è più concepibile. Solo la Disney mantiene ancora questi prezzi per le edizioni speciali, ma quando una cosa simile la vedi sul film "Quant'è bona quant'è bella la lasagna con Nutella" (esempio) si capisce bene che a qualcuno ha dato di volta il cervello!
Danno l'impressione che non gliene freghi un cazzo, già da quando entri che trovi qualsiasi cosa che contenga uno o due dischi, relegata in fondo al negozio, su due scaffaletti polverosi; e quello che ci si trova sopra è ancora più vergognoso: giochi di 10 anni fa con ancora il prezzo di release (uguale o superiore a 40€), DVD dell'anteguerra a 18.90€ e una misera, schifosa penuria di CD musicali che riuniscono unicamente il meglio ed il peggio della musica italiana, unitamente a qualche sparuto e vetusto CD internazionale ed ovviamente il tutto non sotto i 17€ l'uno.

Poi mi fanno collassare dalle risate (sarcastico, in realtà provo disprezzo ed indignazione) quando 'organizzano' i cestoni dei titoli scontati (che altro non è che puro e semplice smaltimento rifiuti) scrivendo "Tutti i prodotti a metà prezzo alla cassa", buttandoci tutti i titolacci scadenti che secondo loro costerebbero non meno di 16€ attaccandoci un bollino arancione con sopra un cazzo di PUNTINO [ • ] di pennarello nero! Cioè, oltre a non controllare se il prezzo è fuori mercato non hanno neppure la voglia di scontare i prezzi sui bollini, schiaffano solo un puntino di merda sulla confezione e il gioco è fatto! Inoltre sembrano quasi orgogliosi di mostrare il prezzo orginale, come per dire: "Hai visto quanto costava prima? Che cazzo aspetti a comprartelo ora che è a metà prezzo?", prezzo che poi rimane comunque superiore di un buon 100% rispetto a quelli non scontati di un qualsiasi altro negozio serio (ma non facciamoglielo notare). Per loro quella è l'offerta frega-popolo del secolo!

Datevi una svegliata maledetti finocchi! Se non riuscite a vendere i supporti tagliate i prezzi fino all'inverosimile, svendeteli o non vendeteli più, così rimanendo fate solo delle magre, magrissime figuracce.

Ho parlato di Euronics ma il discorso è ovviamente rivolto a tutti gli altri innumerevoli furboni.

Faccia a faccia con i giochi di ruolo

Leggo nella vostra mente. So cosa state pensando: “ecco l’ennesima sparata di Stuzzo su quanto i giochi di ruolo facciano schifo, su quanto odi il genere e sui mille motivi che la sua ottusa mente sparerà per difendere la sua teoria.”
Spiecente deludervi maledetti miscredenti che non siete altro. Questa sparata parlerà sì dei GDR ma non in accezione completamente negativa. Insomma se vi devo stare a spiegare di cosa parlerò e come a sto punto fatemi una telefonata che ve lo dico a voce, che cazzo, continuate a leggere e fatevi meno paranoie, cribbio! (della serie “se la suona e se la canta”)

Cronaca. Qualche giorno fa ero a MediaWorld senza un preciso scopo, ci trovavamo da quelle parti io e Sbarnitorix e abbiamo deciso di farci un giro. Entrato nel reparto Musica/Film/Giochi sono stato assalito per l’ennesima volta dalla sensazione classica che probabilmente avrete avuto anche voi qualche volta, prodotti della società come siete; la sensazione conosciuta con il nome di “Ora sono qui, che cavolo mi compro?”. Il budget non era altissimo in verità avevo a malapena 20 euro, ma ero comunque speranzoso di trovare una bella offertona, solo che più passava il tempo più mi rendevo conto che sarei tornato a casa a mani vuote.
Quindi? Niente, ad un certo punto un commesso ha riempito uno scaffale con una ventina di copie di “The Witcher Platinum Edition“.
Lipperlì non c’ho fatto caso mi sono detto nella mia testa “Stuzzo ma che cazzo ci fai con The Witcher? E’ un merdosissimo gioco di ruolo…”.

Le ultime parole famose. La scatola era così bella ed il prezzo era così allettante che alla fine ho ceduto alla tentazione. Non perchè mi piacesse, non perchè sia un mezzo capolavoro nel suo genere e neppure perchè volessi regalarlo a qualcun altro. Semplicemente era una Platinum Edition e costava 15 euro. Ma che cazzo mi sta succedendo? Peggio di una casalinga al 3×2 delle borse! Tra l’altro l’avevo già provato mesi e mesi prima, non mi aveva affatto lasciato una buona impressione. Il bello è che cercando di giocarci a forza e di farmelo piacere piano piano mi sto appassionando alla storia! Dannati GDR. Li odio e li ho sempre odiati. Rammento in particolare quando un mio ex compagno di scuola passava le giornate a giocare ad Ultima online, dio se ho odiato quel gioco di merda! Giorni interi persi a guadagnare punti su punti per migliorare le proprie abilità e diventare il migliuore-tra-i-migliuori. Che perdita infinita di tempo, una community composta da un branco di nerdoni grassi e pustolosi con la lattina di Coca Cola a portata di mano e le dita sudicie di Nutella©.

Non so perchè ho questa repulsione verso questo genere, sarà che non mi sono mai piaciute, fin da bambino, le storie di elfi, nani, cavalieri, draghi e folletti incantati del cazzo. Li trovavo noiosi e poco stimolanti, quando invece mostravo grande interesse per la fantascienza. Un altro fattore è sicuramente la mia poca, pochissima pazienza. Una volta ho sfondato a calci il mio vecchio case perchè il computer ci stava mettendo troppo ad eseguire i miei ordini, oppure ho sfondato con un pugno lo schermo del mio vecchio Game Boy dopo aver perso l’ennesima partita di tetris (fatto documentato in quest’altra sparata), o ancora quando incazzato come una biscia tiravo pugni sulla scrivania provocandomi dolori protratti nel tempo alle ossa delle mani…
Insomma figuriamoci se posso stare a perdere migliaia di ore di vita ad insegnare al mio personaggio virtuale come cazzo si fa per tirare una sciabolata a una merda di troll delle caverne, sai che mi frega, puoi pure crepare in un dannato pozzo delle dannate anime, tu e tutte le fatine magiche del cazzo!

Insomma, aldilà dei soliti sfoghi “stuzzo-style”, The Witcher mi sta prendendo abbastanza, se dio vuole lo finirò anche. E ora chi diavolo lo vuole sentire Jeppo, al quale ho sempre riso in faccia per aver comprato il gioco a suo tempo?
Che sia questa l’alba di una nuova passione? Ahuahau, NO! Credo sia il classico caso isolato, la proverbiale eccezione che conferma la (mia) regola.
Andrà semplicemente a finire nella fortunata schiera di giochi di ruolo installati, giocati e piaciuti a Stuz (privilegio rarissimo) assieme ai due Mass Effect e a Star Wars: Knight of the Old Republic II – The Sith Lords, del quale solo a pronunciare (o peggio, scrivere) il titolo ti passa la voglia di averci a che fare, anche se l’ho finito per ben due volte!

Arriva…

Ciao a chi sta leggendo,

scrivo questo scrocio di post per comunicare a tutti che sto per partire con una bella caccia al tesoro che avrà inizio proprio da qui, da questo sito. Non vi voglio anticipare nulla, ma sarà una cosa davvero intrigante.

Allo stato attuale delle cose la ricerca è ancora tutta in fase preparatoria, e una volta testato il tutto darò l’indizio iniziale per partire. Mi sento tanto John Kramer, anche se molto meno sadico…

Stay tuned!

Immancabili citazioni

Post informativo per annunciare l’aggiunta in questo sito di un moduletto (sotto i post) contentente delle citazioni prese da film, videogiochi, vita quotidiana e quant’altro.

In pieno stile “sito personale” insomma, visto che pare che non se ne possa fare a meno.

Ci tengo inoltre a precisare che non sono necessariamente d’accordo su quello che le frasi dicono.
Il motivo per cui ho deciso di riunirle è o perchè meritano, in senso positivo o negativo, di essere ascoltate o perchè mi hanno fatto sbellicare oppure perchè sono frasi di culto e scrivendole e ri-leggendole rievocano toni e situazioni di quando sono state dette.

Ultima cosa: le frasi sono scelte random (come le notizie flash, in alto) quindi c’è una possibilità su cento miliardi che in tutta la vostra vita riusciate a leggerne soltanto una…in quel caso contattatemi.

Buon proseguimento di giornata!

Pensieri di fine settimana

Sono le 18:05 di venerdì pomeriggio, e io sono a meno di un’ora dalla fine della settimana lavorativa…

“E che cavolo stai facendo qui su questo cesso di sito, invece di lavorare?”

Primo: come ti permetti di dire che è un cesso di sito!?!
Secondo: dovresti vedere le ore precedenti…
Terzo: interrompimi un’altra volta e vedrai cosa ti succede!

Dicevo, ho deciso di buttare giù un paio di righe a mo’ di diario, per ammazzare un pò il tempo e perchè il sito è mio e ci faccio ciò che voglio! Oh!
Non che abbia in realtà qualcosa da dire, ma mi piace scrivere lasciandomi trasportare solo da quello che sto pensando in quell’esatto momento. Tutto ciò potrebbe portare ad un testo incomprensibile o sintatticamente/grammaticalmente scorretto, ma infondo il tempo da perdere è anche il tuo quindi figurati…è già tanto che sei arrivato a leggere fin qui, quindi diciamo che in qualche modo ti sono debitore visto che per farmi contento stai pian piano deteriorando la tua vista (piccolo consiglio per chi non ama le cose estreme: c’è un link in alto a destra chiamato ‘Orange’, cliccaci. Secondo alcuni studi di non-so-chi pare che quel contrasto sia il migliore per la lettura. Fonte: Zio Jeppo).

Per sanzi! Per scrivere ‘ste tre corbellerie c’ho messo 13 minuti, pazzesco, sono le 18:18…faccio davvero schifo. Tuttavia sono convinto che sia un post molto migliore di tutte le troiate scritte da qualsivoglia bimbomikia sui vari network prefabbricati, quali facebook e similari. Se non altro questo è scritto secondo regole grammaticali ferree (grazie maestra Altea) anche non avendo scritto, all’atto pratico, nulla di nulla. Sono privo di idee questa è la verità, qualcuna m’è saltata in mente mentre costruivo il sito ed ora che è pseudo-pronto non ho più un cazzo da dire. Che condanna.
Però dai ammettetelo, se siete arrivati fin qui è perchè so come tenervi interessati ed attenti. Per la serie: “non ho scritto nulla, ma l’ho scritto davvero molto bene”. 😀

Mmh, eppure qualcosa da dire dovrò pure averla, io che sto sempre incazzato con il mondo, io che sono testardo e fissato con le mie idee…che stia diventando un prodotto della società come quella truzza di mia sorella? No, Dio me ne scampi!

Oh, oggi è il 30° anniversario della nascita di Pac-Man! Che emozione, il progenitore di tutti i videogiochi ignoranti, violenti e fracassioni a cui gioco ora, chissà che palla di mondo che sarebbe ora se non l’avessero mai inventato.
Comunque, io sono di questo avviso: un gioco sarà pure ignorante, sarà pure violento, ma è sempre meglio che ubriacarsi o drogarsi come fanno i truzzi. Ben venga se spendo soldi in videogame, piuttosto che in erba, no?
Oramai quando parli con qualcuno e gli dici “mi sono comprato il videogioco taldeitali” pare che gli hai rivelato di essere omosessuale e ti squadrano come se stessi indossando un cappello da Babbo Natale mentre balli la tarantella su un gruppo di scoiattoli travestiti da hot dog. Senza contare poi quando se ne escono con frasi del tipo “Io per quella roba non ci spendo i soldi”. Ah si? Però te la scarichi! Qual’è il motivo di tutto ciò? Per comprarti l’abito firmato che vale 4 soldi però 200 e passa euro ce li spendi, per il cellulare ultima generazione del quale non sfrutti neppure un 10% però 300 e passa euro ce li spendi! MA un gioco che puoi benissimo trovare a 10€ preferisci scaricarlo…Allora, come lo giustifichi? Un atto anticonvenzionale? Un atto di ribellione? E verso cosa? Posso capire se un gioco fa pena, ma se ti piace?

Quindi sono arrivato alla conclusione che la gente non ama spendere soldi per cose con cui poi non può farsi lo svelto, con i quali non può mostrarsi in giro e dire “ti piace? l’ho pagato 200€. Ipocriti!

Ahuahua, tutto questo mi ricorda me quando rompo le cisti a Sabrina dopo che s’è comprata 10 smalti di colori diversi, che non utilizzarà quasi mai e che non esaurirà mai, solo perchè costano 3 euro. Quegli smalti fanno la fine del mio burrocacao o dei miei deodoranti, li uso talmente poco (perchè io profumo di mio, auhauhauh) che li ho da decenni e non sono ancora riuscito a sfiatarne uno del tutto.

Aaahhhh quante cazzate che sono riuscito a sparare in 41 minuti (neppure tante per il tempo trascorso, ma va bene così), chissà che un giorno non decida di mettermi alla macchina da scrivere e iniziare a scriverci un romanzo, conoscendo i miei tempi per portare a termine qualcosa direi che in 38 settimane potrei essere riuscito a trovare la voglia di completare l’introduzione. Il resto penso che riuscirei a completarlo per quando gli anni ripartiranno dallo 0, e Gesù Cristo Reloaded potrà farne la recensione.

Vabè, dai, ho deciso che vi terrò compagnia fino alle 19:00 (poi me la squaglio che mi sono rotto di stare in ufficio). Aspettate un secondo, m’ha scritto Gazza su Messenger, il tempo di rispondergli e torno…….Ri-eccomi qui, scommetto che vi sono mancato!
Quasi quasi me la svigno prima, in fondo non ho più nulla da dire (strano) e poi qui non ho più nulla da fare, stavo giusto pensando di…OMMIODDIO SONO LE 19:00!!!

Consigli sparsi e novità

Lo struzzo torna a scrivere, e questa volta è per soldi.
Ma che cazz sto a dì? Un sacco di stronzaggini come al solito. La verità è che ho deciso di cogliere la palla al balzo e in questi minuti che non ho niente di particolarmente urgente da fare (catso! Devo cambiare l’acqua ai rettili tartarugosi, porca miseria!)…vabè. In questo momento voglio condividere con voi la consapevolezza dell’esistenza di un topic chiamato “Giochi completi con le riviste” situato in quel di Hardware Upgrade che noi tutti conosciamo (tranne quelli che internet lo usano solo per iscriversi a facebook, diventando in questo modo più retrogradi e pecoroni, ma vabbè).

Ooooh, insomma quanto la faccio lunga! Si tratta di un topic nel quale vengono elencate, mese per mese, le uscite in edicola di videogiochi, indicando per ognuno diversi accorgimenti da fare e il prezzo del gioco stesso. Il bello è che vengono scritti prima che il mese inizi o che le riviste vengano messe in vendita nelle edicole, in questo modo è possibile farsi un programma di quello che comprare oppure no…fico vero? Si lo è! Mi sto rifacendo la ludoteca in questo modo. Anche perchè gioconi tipo F.E.A.R con tanto di espansioni annessi, oppure gli ultimi tre (no, senza Underworld) Tomb Raider venduti rispettivamente a 7.90€ e 12.90€ mi sembrano una buona scusa per acquistare un gioco che avevamo solo piratato e con cracckacci vari (brutti porcellini). E poi vuoi mettere la soddisfazione di possedere la scatolozza e l’ultima versione aggiornata del gioco? Certe cose non si trovano sul mulo o sul torrente. Il caro buon Jeppo concorderà con me sicuramente. Quindi, visto che ce n’è la possibilità, non fate i buzzurri e i vostri giochi preferiti comprateli!

A questo prezzo non c’è giustificazione che tenga, mettetevi la coscienza in pace e valorizzate ciò che vi piace 😉
Ma che idiot, non vi ho postato il link, me tapino! ^_^
Veloci che se avete culo potete ancora trovare Kane & Lynch su TGM o l’intera prima stagione di Sam & Max su GMC a 7.90€.

Passando alle novità: non avevo ancora uppato la nuova versione del sito, che imbecille. Vabbè, rimedio ora. La news che ne parla è quella prima di questa, non fate i pigri e usate lo scroll.
Ora devo andare al compleanno di mia cugina (Auguriiiiii!!!) ci si ribecchera tra due lustri o poco più! Ciave a tutti 😉

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie. Maggiori info

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi