stuz

sparo solo stronzate

Ingannare il tempo

A causa di un improvviso ed urgentissimo lavoro arrivato in ufficio oramai due giorni fa, e che doveva essere completato già due settimane prima (mi sono talmente incazzato che è stata la prima volta in assoluto che ho perso la voce imprecando, a fine giornata non riuscivo neppure più a dire “cazzo”, vabè, sorvoliamo) ho dovuto far slittare di un paio d’ore la mia routine quotidiana.

E’ pazzesco come tutto sembri diverso quando modifichi, sebbene di pochissimo, le tue abitudini.
Per esempio, fa stranissimo vederti ancora in ufficio alle 14:30, quando alle 13:00 avresti dovuto staccare, così come fa strano vederti ritornare a casa alle 15:00, quando alle 15:00 saresti dovuto ripartire per tornare in ufficio.

Ma la cosa che mi ha fatto più strano è stato rientrare in casa.

Solitamente Sabry fa il suo pisolino pomeridiano poco prima che io esca per andare in ufficio, e vederla oggi dormire lì sul letto quando sono rientrato mi ha come dato la sensazione di essere andato avanti nel tempo di due ore, senza sapere quello che fosse successo nel frattempo. Così come vedere la tavola completamente sparecchiata. Una sensazione di vuoto temporale mi ha assalito. Il mondo è andato avanti mentre io non c’ero, è come se fossi stato intrappolato in un buco temporale per 120 minuti. Ora sono le 16 e fra mezz’ora partirò per tornare in ufficio, sarà strano dopo appena due ore e mezza dover tornare a casa, anche se da lì in poi tutto tornerà come prima.

Comunque, per godermi appieno la oramai slittata pausa pranzo (pausa merenda?) per fare un pò di crono-economia sto scrivendo questa micro sparata direttamente dalla tazza del cesso.

*PLOF*

Dove diavolo è Jeppo?

Sarà un mese che non sento più Jeppo. Sapevo che doveva andare in ferie da Lunedì 9 fino al 25 Agosto, ma la sua scomparsa risale oramai a molto prima!

Jeppo dove cavolo sei finito? Mi sento solo su Messenger, senza nessuno da prendere per il culo o con cui sparare e condividere perle di saggezza miste a stronzate senza eguali.
La vita scorre lenta in ufficio senza il tuo inconscio supporto morale che mi sosteneva spiritualmente, come la compagnia di una TV accesa mentre si è da soli in casa durante una sera piovosa.
Batti un segno, per Diana, io devo sapere! Non ho affatto voglia di aspettare il 25 agosto per risentirti, per allora sarò già morto di noia un paio di volte!

Per chi non sapesse chi diavolo è Jeppo, consiglio di leggere l’articolo “Chi diavolo è Jeppo?”, reperibile qui o cliccando sulla mastodontica scritta “JEPPO” nella colonna destra di questa pagina…

 

AGGIORNAMENTO: Jeppo è riuscito a contattarmi dal tempio tibetano dove si trova ora! *D*
A quanto pare tentando di mitigare un acceso scontro tra le forze Bergör e la tribù dei Pastrolfi di Kasengaard si è ritrovato scaraventato nella foresta dopo che il suo F-16 è stato colpito da una pietra lanciata dalla fionda di un nativo della zona.
Ora sta bene, è stato soccorso dai monaci del posto e sta pian piano riprendendo le forze.

Vi riporto cosa c’era scritto nella pergamena che ho ricevuto ieri da un’aquila reale:

Grazie per la dedica sul sito, ma è un periodo un pò così… Passerò a trovarti. Un abbraccio.

Jeppo. 🙂

Non ci resta che ridere

{jumi [*14]}Suppongo che se ora mi richiedessero di firmare un contratto part-time con la main###, col senno di poi rifiuterei senza un microsecondo di esitazione.

E' l'azienda tipo dove un webmaster/web designer o quel cazzo che sia non troverà mai un minimo di soddisfazione professionale/artistica.

Sempre tutto incentrato sulla quantità piuttosto che la qualità, sempre tutto fatto alla giornata, le riunioni che si fanno sono un puro abbaglio, un qualcosa giusto per dire "noi facciamo le riunioni perchè noi siamo un'azienda fica", non c'è un piano, non ci sono obiettivi (veri), si punta sempre e solo a fare 1000 cose per guadagnarne 10.000. Che da un lato sarebbe anche concepibile come concetto, ma non quando quello che fai può collassare da un giorno all'altro senza preavviso o anche diventare illegale. Allora no! Io ne voglio stare fuori! Mi fa schifo lavorare in un'azienda simile. SCHIFO!

Un'azienda dove team e capi si stanno in culo per screzi personali e preferenze, ci si litigano i bonus, si china la testa ai voleri assurdi di un capo nano e scoppato a cui basta leggere su qualche libro qualcosa per metterla in pratica, ma che alla fine non sa neppure come si accende un computer. Certo ci scappa anche qualche risata, ma è tutto così professionalmente deleterio. Ma la cosa in assoluto peggiore è essere messi sempre in mezzo, essere SEMPRE chiamati in causa quando c'è un problema urgente che non mi compete, essere chiamati al rapporto dagli ultimi arrivati! Questo è che mi fa incazzare, se per puro caso dovessi stare via un mese che CAZZO fareste?! Probabilmente rimandereste, probabilmente no, tanto avete il team indiano, allora che cazzo mi tenete a fare?

In puro stile italiano, in questo cesso di ufficio si pensa che riempirsi la bocca di tanti bei termini inglesi, di tante parole tecniche basti per creare l'illusione di aver creato un'azienda all'avanguardia, giovanile, moderna e solida, che poggia su solide fondamenta, ma poi giri l'angolo e cos'hai? Gente che non sa neppure in che cazzo di settore sta lavorando (Web marketing? Advertising online? Si chiama SPAM! Voi fate SPAM!) poi vedi i capi che se ne vanno in vacanza…ah no sono "trasferte", beh di positivo c'è che non vedi più le loro facce da culo; bilanci di fine mese altalenanti, e una divisione interna costretta a pagare 500€ (cinquecento euro) d'affitto per una pidocchiosissima stanza da dividere in 7 persone, però poi si assumono indiani, si comprano uffici all'estero, si cerca un'altra sede e si pagano i dipendenti 400 euro al mese part-time per farsi il culo anche dove non dovrebbero…ma andate tutti a cacare!

Senza parlare poi del fatto che l'intera azienda si poggia fiaccamente e pericolosamente su due server vecchi, decadenti e flosci, stipati in un ripostiglio delle scope adibito a stanza server, dove in estate l'umidità raggiunte il 90% e la temperatura i 40°; server i cui gruppi di continuità non riescono neppure a reggere un secondo di blackout, le quali ventole interne non funzionano quasi più e come se questo non bastasse "l'alta classe dirigente" ha anche la faccia da culo da AUTORIZZARSI (ma stiamo raccontandoci le barzellette per caso?) l'aumento di stipendio a se stessa! Evviva! Complimenti, voi contribuite pienamente a consolidare la convinzione nel resto del mondo che gli italiani facciano le cose a cazzo e per interesse personale. Per quanto mi riguarda potete anche fallire domani, saprò virare verso altri lidi.

Ora a me il contratto scade ad ottobre, per allora spero di aver preso una decisione precisa sul da farsi.

Per il resto andate a fanculo con tutto il cuore, c'è solo da guadagnarci.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie. Maggiori info

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi