stuz

sparo solo stronzate

Faccia a faccia con i giochi di ruolo

Leggo nella vostra mente. So cosa state pensando: “ecco l’ennesima sparata di Stuzzo su quanto i giochi di ruolo facciano schifo, su quanto odi il genere e sui mille motivi che la sua ottusa mente sparerà per difendere la sua teoria.”
Spiecente deludervi maledetti miscredenti che non siete altro. Questa sparata parlerà sì dei GDR ma non in accezione completamente negativa. Insomma se vi devo stare a spiegare di cosa parlerò e come a sto punto fatemi una telefonata che ve lo dico a voce, che cazzo, continuate a leggere e fatevi meno paranoie, cribbio! (della serie “se la suona e se la canta”)

Cronaca. Qualche giorno fa ero a MediaWorld senza un preciso scopo, ci trovavamo da quelle parti io e Sbarnitorix e abbiamo deciso di farci un giro. Entrato nel reparto Musica/Film/Giochi sono stato assalito per l’ennesima volta dalla sensazione classica che probabilmente avrete avuto anche voi qualche volta, prodotti della società come siete; la sensazione conosciuta con il nome di “Ora sono qui, che cavolo mi compro?”. Il budget non era altissimo in verità avevo a malapena 20 euro, ma ero comunque speranzoso di trovare una bella offertona, solo che più passava il tempo più mi rendevo conto che sarei tornato a casa a mani vuote.
Quindi? Niente, ad un certo punto un commesso ha riempito uno scaffale con una ventina di copie di “The Witcher Platinum Edition“.
Lipperlì non c’ho fatto caso mi sono detto nella mia testa “Stuzzo ma che cazzo ci fai con The Witcher? E’ un merdosissimo gioco di ruolo…”.

Le ultime parole famose. La scatola era così bella ed il prezzo era così allettante che alla fine ho ceduto alla tentazione. Non perchè mi piacesse, non perchè sia un mezzo capolavoro nel suo genere e neppure perchè volessi regalarlo a qualcun altro. Semplicemente era una Platinum Edition e costava 15 euro. Ma che cazzo mi sta succedendo? Peggio di una casalinga al 3×2 delle borse! Tra l’altro l’avevo già provato mesi e mesi prima, non mi aveva affatto lasciato una buona impressione. Il bello è che cercando di giocarci a forza e di farmelo piacere piano piano mi sto appassionando alla storia! Dannati GDR. Li odio e li ho sempre odiati. Rammento in particolare quando un mio ex compagno di scuola passava le giornate a giocare ad Ultima online, dio se ho odiato quel gioco di merda! Giorni interi persi a guadagnare punti su punti per migliorare le proprie abilità e diventare il migliuore-tra-i-migliuori. Che perdita infinita di tempo, una community composta da un branco di nerdoni grassi e pustolosi con la lattina di Coca Cola a portata di mano e le dita sudicie di Nutella©.

Non so perchè ho questa repulsione verso questo genere, sarà che non mi sono mai piaciute, fin da bambino, le storie di elfi, nani, cavalieri, draghi e folletti incantati del cazzo. Li trovavo noiosi e poco stimolanti, quando invece mostravo grande interesse per la fantascienza. Un altro fattore è sicuramente la mia poca, pochissima pazienza. Una volta ho sfondato a calci il mio vecchio case perchè il computer ci stava mettendo troppo ad eseguire i miei ordini, oppure ho sfondato con un pugno lo schermo del mio vecchio Game Boy dopo aver perso l’ennesima partita di tetris (fatto documentato in quest’altra sparata), o ancora quando incazzato come una biscia tiravo pugni sulla scrivania provocandomi dolori protratti nel tempo alle ossa delle mani…
Insomma figuriamoci se posso stare a perdere migliaia di ore di vita ad insegnare al mio personaggio virtuale come cazzo si fa per tirare una sciabolata a una merda di troll delle caverne, sai che mi frega, puoi pure crepare in un dannato pozzo delle dannate anime, tu e tutte le fatine magiche del cazzo!

Insomma, aldilà dei soliti sfoghi “stuzzo-style”, The Witcher mi sta prendendo abbastanza, se dio vuole lo finirò anche. E ora chi diavolo lo vuole sentire Jeppo, al quale ho sempre riso in faccia per aver comprato il gioco a suo tempo?
Che sia questa l’alba di una nuova passione? Ahuahau, NO! Credo sia il classico caso isolato, la proverbiale eccezione che conferma la (mia) regola.
Andrà semplicemente a finire nella fortunata schiera di giochi di ruolo installati, giocati e piaciuti a Stuz (privilegio rarissimo) assieme ai due Mass Effect e a Star Wars: Knight of the Old Republic II – The Sith Lords, del quale solo a pronunciare (o peggio, scrivere) il titolo ti passa la voglia di averci a che fare, anche se l’ho finito per ben due volte!

4ª Degenerazione

"Papà, papà, avevi ragione la Apple è un cesso."
"E sai qual'è la cosa più triste, figlio mio? Che qualcuno verrà anche a dirti che non è vero. Tu non credergli figlio mio…non credergli, a qualsiasi costo!"

Quest'oggi per la nostra rubrica "Le peggiori cazzate spacciate per gioielli" torneremo a parlare di nuovo di Mr. Jobs e dei suoi prodotti hi-tech multigenerazionali.

In questa puntata: iPhone 4G.

{jumi [*14]}Come al solito al TG interi servizi sui centosettantamila cerebrolesi attaccati come tarzanelli alle vetrine dei negozi Apple per provare/comprare il nuovo super prodotto di casa Mela al proverbiale "day one". Una massa di zombie che inseguono un cervello marcio, solo perchè sopra c'è la glassa di budella.
E come al solito non si tratta di servizi giornalistici, ma vere e proprie pubblicità, che esaltano solo il fatto che sia uscito il nuovo iPhone, tanto la gente lo conosce, sa che è bello, cosa dovrebbero sapere di più? No?

Aldilà di offese e frecciatine fini a se stesse, e con le quali non placherò mai abbastanza il mio disprezzo verso questa società, passiamo ora a farvi capire il perchè di tanto accanimento.
La questione è quanto mai piu semplice e banale ci si possa aspettare, ma che solitamente non ci si dovrebbe aspettare data l'importanza di un marchio così divino come Gesù-Cristo-Apple: l'iPhone è un telefono che telefona male.
"Ma come? Che cazzo dici Stuzzolo? Non è possibile, stai esagerando!"
"Zitto fanboy! Fammi finire"

Pare (no, non "pare", è così!) che iPhone 4G abbia problemi di ricezione dovuti ad una struttura interna dei componenti non ottimale, che causa, quando lo si impugna con la mano sinistra, un decadimento della ricezione causato dalla copertura con le dita dei componenti che compongono l'antenna interna (una staffa di metallo piatta che percorre il lato sinistro, appunto, del telefono stesso).

Visto che non si tratta di un caso isolato, ma lo fa con TUTTI i cellulari, Steve Jobs ha pensato bene di dare una spiegazione ed un consiglio: Il cellulare non funziona? Non è un problema del cellulare, ma di come lo si impugna. WHATTHEFFFUUCK?!?

Citando l'articolo su WinTricks.it leggiamo:

"Contattato dalla redazione di Engadget, Jobs infatti ha risposto sostenendo che il problema non sta nel dispositivo ma nel modo di tenerlo in mano. In poche parole, secondo Jobs il problema starebbe tutto nell’impugnatura non corretta del telefonino, cioè a seconda della presa verrebbero attenueate le prestazioni dell’antenna.Tale problema inoltre affliggerebbe tutti i cellulari.

La posizione errata delle mani è quella di coprire l’angolo sinistro inferiore del dispositivo, creando cioè una sorta di ponte tra le due componenti dell’antenna. Il rimedio suggerito è quello di mettere le dita lungo il lato lungo del telefonino oppure di usare una cover. Una risposta, quella di Jobs, che ha lasciato sconcertati gli utenti che speravano che in qualche modo Apple potesse intervenire su quello che, da quanto si può dedurre, sembra essere un difetto causato dal particolare design di iPhone 4."

Scommettiamo che qualche cazzone gli darà pure ragione?
Cara Apple, ringrazia Gesù Cristo che ti odio già da prima e che non compro le troiate che spacci, perchè se avessi comprato questo cesso e mi fosse arrivata una risposta del genere non credo che sarei stato più padrone delle mie azioni.
UNA COVER, certo! Me la paghi tu?! Inoltre già sopporto a fatica il fatto che non ci possa installare dentro quello che voglio e che non supporta Flash Player, adesso ci manca solo che voi mi diciate anche come devo impugnarlo! Vai sicuro! Non è che mi sapreste anche consigliare in quale buco preferite che ve lo infili?

Ennesimo fallimento epico dunque…ma come ha scritto sarcasticamente qualcuno in un commento che mi ha strappato una risata: "dai, l'iPhone fa un sacco di cose…cosa importa che non telefoni?"

 

Per saperne di più: articolo su HWUpgrade.it | articolo su WinTricks.it

La prima uscita a solo un euro

Mentre mi accingo a concludere la mattinata lavorativa, mi sono ricordato di avere un weblog in cui scrivo cagate e mi sono detto “ehy, ieri sera dopo cena, io e i miei commilitoni abbiamo discusso di un bell’argomento degno di questo sito, perchè non condividerlo?”.

Ebbene eccomi qui. Di cosa si parla oggi? Ma ovviamente delle raccolte in edicola ad uscite settimanali!
Avete capito quali sono…quelle che ti fregano ben bene con la pubblicità super esaltante ed “un prezzo eccezionale” (Del Prado), cominciando con la prima uscita che ti costa un’inezia, per continuare poi a prezzi esponenzialmente più alti.

Ora, non dico che debbano essere delle cose infime ed inutili, quali esempi migliori di “Esplorando il corpo umano” e “Dinosauri” che all’epoca della mia infanzia spopolavano tra i ragazzi. Hanno avuto talmente successo che li riproponevano a distanza di un paio d’anni…
Non dico neppure che tutti debbano eguagliare tale successo, ma sant’iddio….

Ok, mettiamo che io sono il tizio che decide su cosa basare la collezione, cosa può venirmi in mente? Francobolli? Nah, troppo scontata e banale. Carte telefoniche? Potrebbe anche darsi, ma sono davvero tante! A questo punto finisco le idee e prendo la prima cosa che mi vedo passare davanti: un taxi! Ecco l’idea! Farò una collezione sui taxi storici nel mondo.
A questo punto io, potenziale acquirente, vedo la pubblicità in TV nella quale viene mostrata una collezione di milleseicentonovanta modellini di taxi diversi, messi tutti in una splendida bacheca in vetro di Murano e dei tizi in giacca e cravatta tutti sorridenti che la rimirano orgogliosi di se stessi…tutto questo secondo la LORO visione delle cose. La MIA visione delle cose è leggermente più realistica: una persona sana di mente, o almeno con un briciolo di spirito di conservazione economico, o chiunque non abbia mai lavorato nel mondo dei taxi in vita sua, non se lo sognerebbe neppure di andare a spendere millanta euro per una collezione così stupida e inutile, per poi ritrovarsi con una tonnellata di modellini del cazzo senza sapere dove metterli. Insomma, come possono sperare che una collezione di modellini di taxi possa riscuotere successo? Se poi mettiamo pure che dalla terza uscita in poi il prezzo sale ai 10 euro in su, allora la croce è sistemata! Ho fatto l’esempio dei taxi ma ce ne sono molti altri, un altro che ricordo, seguendo la stessa scia è quello dei modellini dei camion dei vigili del fuoco, oppure le targhe automobilistiche del mondo, oppure, i modellini di Roma ed i suoi nemici…scandalosi.
“Finalmente una eccezionale collezione di miniature sui guerrieri dell’antichità!” Finalmente, cazzo!

Tutte queste collezioni le vedi in edicola la prima settimana, poi spariscono inesorabilmente poichè non vi è più richiesta, ma perchè non risparmiarsi la fatica la prossima volta?
C’è da rendere lode alla DeAgostini che invece riesce a sfornare delle cose un minimo  più interessanti o che almeno durano un tantinello di più, anche se comunque la gente non ha alcuna voglia di spendere quello sfracco di soldi per una collezione che terminerà due anni dopo, specie nell’era digitale.

Dal canto mio ho finito la collezione dei dinosauri, quella in cui si doveva costruire il t-rex e il triceratopo fosforescenti, che mito! 8 raccoglitori da 13 fascicoli ciascuno, utilizzati una volta e una volta soltanto: quando li scartavo. Adesso saranno 10 anni che stanno lì a prendere la polvere…

Me li rivendo! Qualuno li vuole? Il primo fascicolo, con un mazzetto di peli del pube di Stuz a solo 1€ e la seconda uscita, con fascicolo e scatarrata in bustina, a 10€!
Un prezzo eccezionale. Del Prado.

Papà, papà mi compri l’iPad? Figlio mio, è più facile che nevichi all’inferno!

{jumi [*14]}Si probabilmente risponderei così a mio figlio se mi chiedesse una cosa del genere…e se avessi un figlio, ovvio.

Perchè? Perchè sono convinto che la Apple con l'iPad se ne sia uscita con il prodotto presa-per-il-culo dell'anno.
Ma siccome non voglio sparare a zero senza dare motivazioni ecco che mi accingo a illuminarvi con alcuni dettagli che TG e pubblicità si guardano bene dal dare:

Specifichiamo subito una cosa: l'iPad non funge affatto da telefono, non è stato pensato per questo.
Detto questo, dovete sapere che questo oggetto del desiderio di forma rettangolare con lo schermo "tach scrìn", che quando la gente lo sente nominare va in brodo di giuggiole, manca completamente di porte usb (almeno una potevano mettercela).
"Poco male" direte voi (ma anche no), in fin dei conti posso anche farne a meno, tanto ho tutto su schede di memoria SD, MMC, XD e che dio mi ricordi cos'altro.
"HAUAHUAUA" dirò io, non c'è neppure quello, l'iPad non comunica con apparecchi esterni (o meglio, potrebbe anche, ma ne parliamo più tardi)!

Bella fregatura insomma, in ogni caso non siamo neppure alla metà delle cose negative.
Infatti l'aiPed deficita anche di una webcam! Essì eh, perchè mai dovrebbe averne una, in un mondo dove la comunicazione la fa da padrone, dove la gente sente la necessità di fotografare tutto e schiaffarlo su quel cazzo di Facebook. No, l'iPad non ha la webcam. Non c'era mica bisogno di metterci una fotocamera da mille megapixel HD figo-plus, bastava un cesso di webcam VGA da 640×480. Ma no, hanno deciso che non serviva.

Andiamo avanti con il quarto classificato: il supporto ad Adobe Flash.
COOOSAAA!? Manca il supporto a Flash!? E come cazzo me li vedo i video su Youtube? Come gioco ai giochini stupidi di Facebook? Come cazzo li vedo i contenuti sul 75% dei sitiweb che ne fanno uso? Ma stiamo scherzando?
La spiegazione ufficiale data dal MITO-NUMBER-ONE-RE-DEL-MONDO Steve Jobs è che Flash è una tecnologia obsoleta, pesante, portatrice di rischi per la sicurezza e scaricherebbe troppo la batteria del dispositivo. Certo, e io sono un ballerino professionista di lap dance e nei weekend vado per strada a recitare l'aida in cambio di Jelly Beans. Ma fatemi il piacere! La verità è che stanno evitando che la gente si svaghi su giochini o programmi in Flash gratuiti, sviluppabili da chiunque, a favore dell'app Store, dove si scaricano giochi ed applicazioni programmate con linguaggio proprietario di Apple, ovviamente a pagamento. Questi di Apple sono proprio fubbbi!

Passando ad altro, sull'iPad si fa UNA cosa per volta, quindi o si ascolta la musica, o si naviga. Scordatevi di fare entrambe le cose in contemporanea (questo vale anche per tutte le altre operazioni possibili). Il motivo di ciò è che il processore adoperato è troppo cesso per garantire prestazioni decenti nel fare due cose insieme, quindi hanno bellamente deciso di precluderne la possibilità. Lunga vita ad Apple!

Altro problema tecnico. Il dispositivo scalda parecchio, e chi l'ha preso afferma che raggiunti i 40° si blocchi del tutto, rendendo necessario un reset. Ma tutto ciò è fantastico! Adesso Giugno è alle porte, voglio vedere chi se lo porterà al mare sotto il sole, oltre a bloccarsi suppongo che si sbriciolerà come Josh Hartnett in 30 Giorni di buio…strepitoso!

Gli ultimi due problemi sono minori ma li cito lo stesso perchè non si può mai parlare male abbastanza di un prodotto Apple: il dispositivo infatti pesa troppo ed ha lo schermo troppo riflettente (quindi mi immagino già come sarà bello usarlo in una splendida giornata di sole, provare per credere).

Ed ora, dulcis infundo, il prezzo! Quanto potrà costare cotanta meraviglia tecnologica?
Alla luce delle considerazioni appena fatte verrebbe da pensare: "mah, poco, non andrà oltre i 200, massimo 300€". Ma certo! E io oltre che ballare la lap dance mi diletto anche in acrobazie circensi mentre tento di pronunciare al contrario alcuni scioglilingua giapponesi.
L'iPad costa 400€ 500€ nella sua versione più cessa da 16GB e, udite udite, 800€ nella versione da 64GB con supporto 3G! My God, già mi vedo in prima fila come i fottuti fanboy Apple davanti al negozio al day one a scalpitare perchè aprino le porte affinchè io possa finalmente comprare ad un prezzo indicibile questo mezzo schifo di aborto di tecnologia de mierda!

Prima ho detto che sarei tornato sull'argomento USB e dispositivi esterni. Bene, pare che la possibilità di collegarsi a fotocamere, chiavette usb e quant'altro, sarà possibile grazie a degli adattatori venduti ovviamente separatamente. Conoscendo il prestigio di questa azienda non costeranno meno di 50€, ah no pardon, 49,90€ perchè alla Apple sanno come si fa marketing.

E adesso vai coi flame!

I supportatori della Apple, che pare sbavino per qualsiasi cosa esca dal culo di Steve Jobs, sicuramente diranno: "ne parli tanto male ma intanto l'iPad ha già avuto 125.000 prevendite solo in Italia". Evidentemente siete tutti una massa di ignoranti che comprano le cose ad occhi chiusi e poi ve lo prendete nel didietro, e questo non solo in Italia! Inoltre la quantità di roba venduta non vuol dire che la qualità del prodotto sia alta, ma che è stata fatta un'operazione di mass-marketing non indifferente (avete presente un film di nome Avatar? Ecco…). Poi è risaputo che la gente compri prodotti Apple per farsi il figo con gli amici. Stop!
Poi controbatteranno con: "Sempre meglio un prodotto Apple che un qualsiasi prodotto Microsoft". Certo, il sistema operativo dell'iPhone (quello che, per inciso, è stato inserito anche nell'iPad, eh già…) è molto meglio di Windows 7 Starter. Idioti!

Continueranno dicendo: "Alla fine Flash non mi serve, le usb sono obsolete come anche le schede SD e simili, io ho solo un cervello e faccio una cosa alla volta, saprò farmi una ragione anche dell'assenza della webcam che tanto non mi serve a niente". Padronissimo. Ma hai speso 500€~800€ per comprare un oggetto con cui non potrai fare UN CAZZO! Ora le opzioni sono due: o sei scemo e pure ignorante oppure ammetterai che, in tempi di crisi per giunta, hai speso un capitale solo per farti lo svelto! Con 500€ ti ci prendevi due netbook, senza avere NESSUNA limitazione. Ma evidentemente l'iPad te lo fa drizzare per bene…

Concluderanno infine dicendo: "E' bello da vedere e poi c'è una mela morsicata stampata sopra, non rompere uffa, cacca pupù fanculo winzozz, piscia gne gne"
Classica frase da fanboy Apple…

Perdonate la sparata più prolissa del solito, ma quando ci vuole ci vuole!

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie. Maggiori info

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi