stuz

sparo solo stronzate

Le genialate [vol. 1]

È con estremo orgoglio ed euforia che vi comunico la nascita di un nuovo dominio web intestato al sottoscritto.
Diamo tutti quanti il benvenuto a…

www.com www.com

No, non ho dimenticato di scrivere il nome del sito.
E no, non m'è partito un CTRL+V involontario.

In realtà nei momenti in cui sto scrivendo il sito è ancora in fase di attivazione e quindi non è visualizzabile in alcun modo.
La geniale utilità di questa trovata è presto spiegata.
Immaginatevi un tizio che avete appena conosciuto, oppure un collega di lavoro, un amico, un parente o chi volete voi. Immaginatevi ad un certo punto che vi chieda: "Qual'è il tuo sito web?"

Assalito dall'orgoglio potrò gonfiare il petto e dire a voce fiera "www.com www.com".

La faccia che l'interlocutore farà e quello che subito dopo penserà, saranno un ottimo modo per ripagare i 12€ che ho dovuto e che dovrò sborsare annualmente per questa stronzata!

Geniale, non è vero!?

E cosa mai conterrà questa quint'essenza della genialità fine a se stessa? Ecchiccàzzo losà!?
Probabilmente mai niente di utile a nessuno, probabilmente mai niente di niente, ma mi rodeva troppo l'idea di lasciare a qualcun altro la possibilità di registrare questo dominio!

Inoltre ci sono un altro paio di cose che potrebbero essere classificate come "cazzate":/p>

  • La prima, vabè, è l'atto stesso di aver portato avanti questa coglionata;
  • La seconda è che per risparmiare mi ritrovo con un dominio senza alcuno spazio web, del quale posso solo gestire i DNS e quindi puntarlo su un server esterno….che non ho, e quindi non so se questo sito mai avrà qualcosa da mostrare.

Ripensandoci ora, penso che il prossimo 9 marzo, quando i bollenti spiriti si saranno calmati e gli entusiasmi saranno svaniti, lo lascerò scadere e vaffanculo…

 

A quanto pare ho fatto un casino, beh, è stato bello finchè NON è durato, Ringraziamo tutti il provider Koreano che già possedeva il nome a dominio e facciamogli tutti i complimenti per aver avuto per primo la mia stessa idea!

Ora ha inizio l'operazione "chiedi il rimborso ad Aruba"!

Easter egg

Ancora un pò e passava un mese da quando ho messo parola l’ultima volta su questo blog. Un pò mi dispiace perchè una cosa simile successe anche nella versione 3 (o 4?) del sito, e pre-annunciò un lento ma inesorabile declino. Spero che non sia anche questo il caso…

Ad ogni modo in 3 settimane sono successe una moltitudine di cose pallose e denigranti, gli autori delle quali meriterebbero di essere insultati fino a quando gli anni non faranno il giro completo e ripartiranno da zero.
Ma d’altronde fa bene tenersi un pò impegnati, tempra il carattere e ti fa apprezzare di più i momenti di scazzo (come questo, del quale sto approfittando per scrivere qui sopra).

Comunque…
Ci sono buone notizie per chi segue con passione il portale di Linkin Park Italia! Il sito infatti è attualmente in fase di restyling segreto. Vi faccio un elenco delle nuove/aggiornate caratteristiche che saranno presenti nel nuovo portale (in ordine di importanza):

  • Registrazione unica e login unico condiviso tra sito e forum (ancora in fase progettuale, niente di concreto sinora);
  • Commenti alle notizie condivisi tra forum e sito (come sopra)
  • Blog del sito, nel quale lo staff condividerà con gli utenti alcune considerazioni su notizie attinenti o meno al mondo dei Linkin Park o della musica in generale. Il tutto in un ambiente simpatico ed informale.
  • La rubrica di LGMK, dove il nostro caro amico ci parlerà di un sacco di chicche attinenti all’anima più underground della band e di ciò che gli gira attorno, quali demo, fake e quant’altro. Ancora non è deciso se verrà inserita nel blog o direttamente sul sito.
  • Alcuni interessanti estrazioni a premi per i nostri affezionati utenti. Vi conviene partecipare 🙂

E’ una mole di lavoro incredibile e probabilmente richiederà un pò di tempo, ma penso sarà grandiosa!

Ed ora, per quelli che visitano il portale e che hanno scoperto questo microsito, giusto per creare un pò di sano hype ho deciso di rilasciare in anteprima e rigorosamente in bassa, bassissima qualità (come il marketing odierno sapientemente insegna) dei piccoli scorci per darvi un’idea di come verrà.
Buona visione…

Immagine 1Immagine 2Immagine 3Immagine 4

…and stay tuned.

PS. come firma d’artista ho deciso di utilizzare tanto CSS3 quanto basta. Questo apparentemente potrebbe non dirvi nulla, in realtà c’è un browser che ne risentirà particolarmente! Explorer infatti non potrà godere appieno della grafica potenziata ultra-mega-plus di LPIT v2.0!
Take back the web! o/

Cronache dei tempi che furono

Uuuuh ho ritrovato l’intero guestbook del mio vecchio sito Altervista, quanti ricordi.

Lo installai nella seconda versione del mio sito (la prima versione non aveva un guestbook) verso la fine del 2005 e da allora vi saranno stati postati qualcosa come 220 interventi. Ripercorrono il periodo degli esami di stato, dei primi episodi della stuz tv, delle vacanze in campeggio e dei miei acquisti cinematografici/videoludici che ero solito sbandierare a quell’epoca (sta cosa è durata fino alla versione 4).

Ve lo riporto per intero, cosicchè tutti leggano le cazzate dette e lette in quei periodi: clicca qui.

Dio quante stronzate! Buona lettura.

Si, pronto? Chi mi cerca?

Facevo un giro sulle statistiche di Google Analytics installate in questo sito (sì, io vi osservo, io so tutto di voi, ahah) e mi sono scompisciato dalle risate sapendo che alcune persone hanno (presumibilmente) letto alcune delle mie sparate cercando su Google particolari frasi che riportavano a determinati argomenti trattati in questo pseudo-blog.

Bon, tralasciando le ricerche più banali quali “stuz” e “stuz.it” passiamo all’esilarante classifica. I visitatori giunti in questo sito, ci sono arrivati cercando le seguenti frasi su Google:

 

  1. mi compri l’ipad?
  2. resoconto rammstein villafranca
  3. “you’ve got a figa”
  4. dove comprare i gelati grand soleil?
  5. l’ipad ha la webcam
  6. ma quando cazzo le mette le prevendite la apple!
  7. odio mac rivendo
  8. pantaloni lunghi obbligatori al lavoro
  9. papa mi compri l’ipad
  10. steve jobs mi sta sul cullo
  11. stuz recensioni film

 

Spettacolare constatare come la gentaglia che viene qui ci venga principalmente per motivi riguardanti iPad o Apple. Spero quantomeno di avere aperto gli occhi a qualcuno con i miei scritti, visto che dalle ricerche si capisce bene in quale articoli i visitatori siano andati a finire. Menzione d’onore per la ricerca numero 9, viene quasi da chiedersi che diavolo di risposta l’utente si aspettasse da Google…mah!

Altro punto esilarante è la ricerca numero 4…cioè, ma dico, non solo è deprecabile il fatto che tu stia cercando di comprare quegli schifosissimi gelati maledetti, ma non ti sono bastate le pubblicità per capire dove trovarli!? Mah 2!

Medaglia di bronzo per la ricerca numero 7, l’autore della quale probabilmente sarà qualche mio figlio segreto sparso per il globo e che invito a farsi avanti per conoscere la sua famiglia. Sei riuscito poi a trovare qualche beccamorto che se lo ricomprasse? Suppongo di si…

La prima uscita a solo un euro

Mentre mi accingo a concludere la mattinata lavorativa, mi sono ricordato di avere un weblog in cui scrivo cagate e mi sono detto “ehy, ieri sera dopo cena, io e i miei commilitoni abbiamo discusso di un bell’argomento degno di questo sito, perchè non condividerlo?”.

Ebbene eccomi qui. Di cosa si parla oggi? Ma ovviamente delle raccolte in edicola ad uscite settimanali!
Avete capito quali sono…quelle che ti fregano ben bene con la pubblicità super esaltante ed “un prezzo eccezionale” (Del Prado), cominciando con la prima uscita che ti costa un’inezia, per continuare poi a prezzi esponenzialmente più alti.

Ora, non dico che debbano essere delle cose infime ed inutili, quali esempi migliori di “Esplorando il corpo umano” e “Dinosauri” che all’epoca della mia infanzia spopolavano tra i ragazzi. Hanno avuto talmente successo che li riproponevano a distanza di un paio d’anni…
Non dico neppure che tutti debbano eguagliare tale successo, ma sant’iddio….

Ok, mettiamo che io sono il tizio che decide su cosa basare la collezione, cosa può venirmi in mente? Francobolli? Nah, troppo scontata e banale. Carte telefoniche? Potrebbe anche darsi, ma sono davvero tante! A questo punto finisco le idee e prendo la prima cosa che mi vedo passare davanti: un taxi! Ecco l’idea! Farò una collezione sui taxi storici nel mondo.
A questo punto io, potenziale acquirente, vedo la pubblicità in TV nella quale viene mostrata una collezione di milleseicentonovanta modellini di taxi diversi, messi tutti in una splendida bacheca in vetro di Murano e dei tizi in giacca e cravatta tutti sorridenti che la rimirano orgogliosi di se stessi…tutto questo secondo la LORO visione delle cose. La MIA visione delle cose è leggermente più realistica: una persona sana di mente, o almeno con un briciolo di spirito di conservazione economico, o chiunque non abbia mai lavorato nel mondo dei taxi in vita sua, non se lo sognerebbe neppure di andare a spendere millanta euro per una collezione così stupida e inutile, per poi ritrovarsi con una tonnellata di modellini del cazzo senza sapere dove metterli. Insomma, come possono sperare che una collezione di modellini di taxi possa riscuotere successo? Se poi mettiamo pure che dalla terza uscita in poi il prezzo sale ai 10 euro in su, allora la croce è sistemata! Ho fatto l’esempio dei taxi ma ce ne sono molti altri, un altro che ricordo, seguendo la stessa scia è quello dei modellini dei camion dei vigili del fuoco, oppure le targhe automobilistiche del mondo, oppure, i modellini di Roma ed i suoi nemici…scandalosi.
“Finalmente una eccezionale collezione di miniature sui guerrieri dell’antichità!” Finalmente, cazzo!

Tutte queste collezioni le vedi in edicola la prima settimana, poi spariscono inesorabilmente poichè non vi è più richiesta, ma perchè non risparmiarsi la fatica la prossima volta?
C’è da rendere lode alla DeAgostini che invece riesce a sfornare delle cose un minimo  più interessanti o che almeno durano un tantinello di più, anche se comunque la gente non ha alcuna voglia di spendere quello sfracco di soldi per una collezione che terminerà due anni dopo, specie nell’era digitale.

Dal canto mio ho finito la collezione dei dinosauri, quella in cui si doveva costruire il t-rex e il triceratopo fosforescenti, che mito! 8 raccoglitori da 13 fascicoli ciascuno, utilizzati una volta e una volta soltanto: quando li scartavo. Adesso saranno 10 anni che stanno lì a prendere la polvere…

Me li rivendo! Qualuno li vuole? Il primo fascicolo, con un mazzetto di peli del pube di Stuz a solo 1€ e la seconda uscita, con fascicolo e scatarrata in bustina, a 10€!
Un prezzo eccezionale. Del Prado.

Immancabili citazioni

Post informativo per annunciare l’aggiunta in questo sito di un moduletto (sotto i post) contentente delle citazioni prese da film, videogiochi, vita quotidiana e quant’altro.

In pieno stile “sito personale” insomma, visto che pare che non se ne possa fare a meno.

Ci tengo inoltre a precisare che non sono necessariamente d’accordo su quello che le frasi dicono.
Il motivo per cui ho deciso di riunirle è o perchè meritano, in senso positivo o negativo, di essere ascoltate o perchè mi hanno fatto sbellicare oppure perchè sono frasi di culto e scrivendole e ri-leggendole rievocano toni e situazioni di quando sono state dette.

Ultima cosa: le frasi sono scelte random (come le notizie flash, in alto) quindi c’è una possibilità su cento miliardi che in tutta la vostra vita riusciate a leggerne soltanto una…in quel caso contattatemi.

Buon proseguimento di giornata!

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie. Maggiori info

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi