stuz

sparo solo stronzate

Voce dallo scantinato

OK, basta così, ho necessità di scrivere qualcosa, di dire la mia a qualcuno, di gettare parole al vento anche solo per il bisogno di farle uscire dalla mia testa, visto che è da una vita, oltre due anni, che non esterno in questo modo pensieri sul mio cesso di blog. C’è rischio che i pensieri facciano la muffa e che dentro il cranio mi si formino cattivi odori e siccome A ME non piace vivere nella monnezza, eccomi di nuovo qui, senza niente di davvero concreto da dire, ma che dirò ugualmente, a costo di parlare per righe intere del nulla e del cazzo che vi frega.

continua

Tarzanelli del web

Poi uno dice che non vuole averci niente a che fare, e ti credo! Mi spiegate che cazzo è diventato oggi Facebook?
Entri e apri una qualsiasi pagina a caso, per qualsiasi motivo, e che diavolo ti trovi davanti? Un’accozzaglia pressochè infinita di STRONZATE, postata da gente che non sa che fare e tenta disperatamente di emergere da un immenso e schifoso mare di merdosi egocentrici come lui.
Ben vengano le argomentazioni serie, i gruppi di discussione, le pagine dedicate ad iniziative ed organizzazioni, ma perchè deve ribollirmi il sangue leggendo gli interventi (o i commenti, ancora peggio) scritti dai poppanti?

continua

Diatriba infinita

Non sono un tipo che gira il web in lungo e in largo alla ricerca costante di informazioni. Come molte persone ho i miei dieci sitarelli quotidiani da visitare e qualche volta, quando serve, mi addentro nella rete in cerca di approfondimenti e notizie che comprovino quanto già letto altrove (più fonti sono meglio di una).
Quello che però mi trattiene di più in una pagina non sono i contenuti, non sono gli approfondimenti…sono le cazzate che scrive la gente comune!

Noto da diverso tempo a questa parte che ovunque io vada la gente si dimostra essere sempre più rincoglionita ed attaccabrighe. C'è una sempre maggiore tendenza, nelle persone che commentano gli articoli o che scrivono nei forum a voler emergere dalla massa, come una sorta di scalata alla gloria; una continua ricerca del commento più divertente, o della frase ad effetto più provocante e più cool del momento. Un atteggiamento che ogni volta mi da' il voltastomaco.
Le direzioni che si prendono in seguito a queste esternazioni non sono poi molte e potremmo riassumerle come segue:

Situazione 1

  • Un utente legge l’articolo e subito ha da ridire mettendo in mezzo le proprie esperienze/abitudini personali e spacciandole come la cosa migliore da fare per tutti.
  • Il secondo tizio non ci sta e controbatte con una serie di punti negativi su quanto scritto dal primo mettendo in mezzo anche lui le proprie abitudini personali e spacciandole come migliori ancora.
  • Un terzo arriva, si piazza in mezzo e prova a fare il pacificatore dicendo che a nessuno gliene frega un cazzo di quello che fanno loro e ognuno è libero di fare quello che vuole.
  • Inizia una diatriba infinita.

Situazione 2

  • Un utente di parte lancia un flame assurdo sull’oggetto dell’articolo.
  • Un secondo utente da’ del ‘troll’ al primo
  • Il primo da’ del ‘fanboy’ al secondo
  • Inizia una diatriba infinita che coinvolgerà anche tutti gli utenti successivi.

Situazione 3

  • L’utente deve far vedere che ne sa sempre più di chi scrive e fa notare in maniera piuttosto arrogante tutte le cose che si potevano dire e che non sono state dette, tutte le cose semanticamente inesatte e le corregge, critica anche gli errori di ortografia e si lamenta del fatto che il sito sembri mandato avanti da delle scimmie (come al solito si tende ad esasperare la realtà, una cosa o fa schifo o è la cosa migliore del mondo, secondo l’internauta medio).
  • Sistematicamente gli utenti successivi inizieranno vicendevolmente a smontare le teorie dei precedenti scatenando in questo modo una diatriba infinita.

Ne avrò saltata qualcuna ma in qualsiasi caso il contenuto della pagina, l’oggetto delle contestazioni, il motivo del litigio, passa in secondo piano e quello che rimane è solo un mero desiderio di sovrastare quanto affermato dagli altri, tentando di dimostrare a chi legge di essere più fighi ed acculturati, sparando un sacco di frasi ad effetto e denigrando l’interlocutore aggrappandosi a tutto il possibile, anche ad eventuali errori grammaticali. Ma dove cazzo sono i moderatori quando servono?

Sbaglio o si sta perdendo qualsiasi senso dell'umiltà?
In queste situazioni è facile cadere in commenti clichè del tipo "fatti una vita", "fai il macho dietro un monitor", "perché commenti se non ti interessa?".
Su ogni cazzo di sito in cui sciaguratamente mi ritrovo a navigare c'è sempre qualche testa calda che crede di avere in mano lo scettro della sapienza e che scatena un putiferio della madonna con le sue cazzate.
Basta, avete rotto!

Io non so perché si peggiori in questo modo, diversi anni fa non era così, me lo ricordo bene.
Sarà forse perchè con internet ci siamo abituati ad essere al centro delle attenzioni che non sappiamo più come ci si relaziona con gli altri? Colpa dei social network? Dei bimbiminkia? Di uomini e donne?

Poi ci sono invece i modelli di commento pre-confezionati. Si trovano facilmente su YouTube.
Sono come dei tormentoni ed è piuttosto facile imbattersene: prendete un video a caso e scoprirete che la tipologia di commenti è sempre la medesima, in qualsiasi lingua siano scritti.
Allo stato attuale (la moda cambia) troviamo:

  • utenti che ci fanno notare che le X persone che hanno votato "non mi piace" sono quelli che hanno ricevuto un torto dalla visione del video stesso.
  • gente che incita a cliccare "pollice su" se si è d’accordo con quanto afferma (solitamente delle cazzate scontatissime e di facile approvazione)
  • gente che oggigiorno guarda ancora quel video nonostante siano passati tanti anni;
  • tizi che letteralmente “stuprano” il tasto "Replay";
  • utenti che dichiarano che la parte migliore del video è quella che va da 0:00 fino alla fine.
  • gente che entra solo perché ha visto un paio di tette nell'anteprima
  • gente che nei video musicali riesuma il nome di Justin Bieber anche quando non c'entra un cazzo per sottolineare la stupidità dei suoi fan rispetto a chi invece apprezza la suddetta canzone.

…e una sfilza lunghissima di altri tormentoni scassa-palle ma tutto sommato innocui.

Certo, è dura resistere dal mandare tutti al diavolo, ma devo farcela o diventerei il soggetto di questo articolo!

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie. Maggiori info

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi