stuz

sparo solo stronzate

Il Calcio ai coglioni

Ogni volta, OGNI VOLTA che per puro sbaglio mi ritrovo a guardare una partita di calcio in TV vedo giocatori prendersi cartellini gialli o rossi agitandosi e gesticolando scompostamente all’arbitro le proprie motivazioni e giustificazioni.

continua

Reportage sportivo MS3 Sport – Calcio a 5 (di nuovo in campo!)

Dopo 3 mesi dall'ultima partita, torna finalmente di scena la mitica squadra aziendale di calcio a 5 di MS3, calcando il verde sintetico della recente struttura sportiva "Prati37" a Pescara.

È la 3ª uscita ufficiale della ancor giovane storia calcistica di MS3, che è ancora alla ricerca della prima vittoria storica, benchè lo spirito sia comunque quello del puro divertimento. Anche questa volta, prima del match si respira aria di un'impresa davvero dura, soprattutto a causa dell'assenza del n° 10 capitan Spinelli, vera anima e regista indiscusso della squadra. Che dire, l'assenza è giustificata… il dovere di buon genero e la paura delle croccate alla schiena della consorte hanno fatto il resto.

Ma veniamo alla formazione:

  • n° 2  Luca "Saracinesca" Santucci
  • n° 5  Ercole "Maestro Shifu" Tina
  • n° 6  Davide "La palla è mia" Di Berardino
  • n° 8  Giulio "Terminator" Di Tillio
  • n° 9  Mauro "El Guitre" Spadolini

Assenti:

  • n° 10  Antonio "Er Chioma Lorenzinho Do nascimento Da Lima Dell'incoronada della Madona de Archi e de Atessa" Spinelli;
  • n° 3  Davide "Profeta delle disgrazie" Bottino, che pare si sia fratturato qualunque cosa gettandosi da una scogliera non ben identificata.

 

Due grandi outsider completano dunque la rosa di MS3 di oggi: l'infaticabile Giulio, in prestito dalla società Websons (di cui attendiamo la crescita numerica per poter costituire anche la società sportiva e dunque sfidarli 5 contro 5) e Davide, l'ex giocatore professionista di Serie C1 di calcio a 5, in prestito direttamente dalla propria officina di termoidraulica di Pescara.

I nominativi degli avversari non sono pervenuti, ma è sufficiente dire che erano davvero molto bravi, tutti. E davvero complimenti anche per la sportività e il fair play.

La cronaca del match: palla al centro, si parte…e si parte male. MS3 sente subito l'assenza del capitano a centrocampo, i due nuovi devono ancora integrarsi ed ecco che si va sotto 0-4 piuttosto rapidamente. Poi un guizzo di Di Berardino che con un'azione personale sblocca il risultato per MS3: 1-4. Gli avversari sono forti e ben messi in campo. Le marcature sono strette e puntuali, difficile trovare spazi per tutti, in particolare per Spadolini a cui arrivano pochi palloni. Il passivo sale 1-6, interrotto da un'altra rete di Di Berardino, ancora in azione personale: 2-6.

Si prova a cambiare: Spadolini parte da dietro, nonostante la solita discutibile forma fisica. Di Tillio si spinge spesso sulla fascia destra e anche Tina compie varie sortite offensive. Sul 2-7, ancora Di Berardino segna per MS3. Poi un brutto momento porta il risultato addirittura sul 3-12. Santucci fa quel che può davanti alle sortite offensive degli avversari, compiendo come al solito splendidi interventi, anche in uscita. Ed anche questa volta ci rimette non uno, ma ben due ginocchia che si incendiano letteralmente "sfrisciando" in tuffo sull'erbetta sintetica. Un eroe che non si risparmia mai.

Si va ancora a segno con Di Berardino: 4-12. Poi ancora gol subiti: 4-16. Ancora 5° gol di Di Berardino, poi altro black-out: 5-19. Durante questo passivo, si avverte qualche malcontento in campo per l'eccessivo individualismo di Di Berardino che in almeno 3-4 occasioni non passa a Spadolini e Di Tillio soli davanti al portiere, e quando, a porta completamente vuota, anzichè tirare tiene palla per scartare anche l'ultimo difensore che invece lo ferma, negandogli un gol praticamente già fatto.

Dopo il 19° gol subito, un momento di orgoglio personale carica Spadolini che ricevuto il pallone battuto a centrocampo, parte da solo. Vince un rimpallo saltando un uomo, con una finta di corpo a culo ne evita un secondo, guarda lo specchio e scarica in rete un gran sinistro sotto la traversa, tra gli applausi di compagni ed avversari. Il momento è solenne e Spadolini va ad esultare sotto la curva togliendosi la maglietta ed esibendo la personale dedica, scritta a vernice nera direttamente sulla panza: "Capitan Spinelli sempre con noi!".

Dopo qualche minuto, ancora Spadolini servito ottimamente da un lancio lungo di Tina, stoppa, si gira evitando l'uomo e scarica un sinistro che termina di poco a lato. Gli stessi compagni di squadra, increduli, segnalano un probabile caso di doping al quarto uomo, ma per fortuna gli esami risulteranno negativi.

Sul 6-19, a dieci minuti dalla fine, gli avversari non tirano i remi in barca come si sperava e addirittura il portiere prova in 2-3 circostanze a venire in attacco a segnare. Questa volta è il grande Santucci a salire in cattedra e a prenderla come una vera e propria sfida, quella di non farsi segnare anche dal portiere avversario. Clamoroso quando solo davanti a due attaccanti, esce a capofitto e su tiro del portiere avversario si tuffa parando di faccia!! Impresa riuscita!

Il portiere non segna, ma gli altri sì… e si portano addirittura 6-25. L'ultimo gol è però di MS3: ancora Di Berardino su grande assist di Di Tillio. Dopo circa 85' di gioco, il match si chiude 7-25. E' la sconfitta più sonante della storia di MS3, ma la squadra ha lottato fino in fondo e si esce dal campo tutti a testa alta. Anche gli avversari riconoscono l'impegno e si va tutti sorridenti negli spogliatoi.

 

Per chiudere, alcuni dati statistici e i record dell'incontro:

  • Santucci: 165 parate su 190 tiri in porta degli avversari;
  • Tina: 281 passaggi completati su 312 tentati;
  • Di Berardino: 37 azioni su 38 in cui prende palla e questa termina o in rete o fuori;
  • Di Tillio: 16258 metri percorsi in quasi tutte le zone del campo;
  • Spadolini: sempre a segno in tutte e tre le partite ufficiali, anche se sempre a corto di fiato dopo soli 10-15 minuti su 90.

 

E qualche statistica generale

 

MS3 Calcio a 5 – Palmares
Giocate Vinte Pareggiate Perse Reti fatte Reti subite Diff. reti
3 0 1 2 25 50 -25

 

MS3 Calcio a 5 – Marcatori
Marcatore Gol Presenze Media
Tavarani Simone 8 1 8,00
Di Berardino Davide 6 1 6,00
Spadolini Mauro 6 3 2,00
Spinelli Antonio Lorenzo 4 2 2,00
Tina Ercole 1 3 0,33
Bottino Davide 0 1 0,00
Di Tillio Giulio 0 1 0,00
Santucci Luca* 0 2 0,00
Planamente Mirco* 0 1 0,00

* portiere

 

Buono sport a tutti… a presto sentirci con una nuova avventura!

 

PESCARA (PE), 01-08-2012 – Circolo Sportivo Prati37

Reportage sportivo MS3 Sport – Calcio a 5

Dopo circa un anno dalla prima ed unica uscita della squadra di calcio a 5 di MS3 SRL, la società torna a calcare i campi sintetici con un anno in più sulle spalle, ma con tanta voglia di fare sport agonistico, ma tra amici. Anche l'occhio vuole la sua parte, ed ecco che finalmente possiamo sfoggiare anche una bella divisa (un ringraziamento speciale a Chicken Mirco – capo progetto realizzazione magliette personalizzate). Ma veniamo al campo… ci eravamo lasciati con la squadra imbattuta dopo il 13-13 dell'unica uscita mondiale del 2011, grazie alle 8 reti dell'ex Tavarani, alle 4 di Spadolini e quella dalla distanza di capitan Spinelli.

Ecco a voi la sorridente formazione

 

Tra i pali, Luca Santucci (in basso al centro), numero 2 (perchè l'unica maglia che non abbiamo fatto è quella da portiere!),  al suo esordio mondiale (ai nostri microfoni, prima del match, ha dichiarato: "non so manco le regole del gioco!" e durante il riscaldamento si infortuna ad un mignolo, nonostante i guanti). Terzino fluidificante numero 3: MastroLindo… ehm… volevo dire, Davide Bottino (in basso a destra), detto roBottino (col cappellino o col cravattino a seconda dei casi). Stopper/Jolly, numero 5: Ercole Tina (in piedi a destra), conosciuto anche come maestro Shifu. Capitan Antonio Lorenzo Spinelli (in alto a sinistra), detto zingar svestut o anche Er Chioma, regista centrocampista (numero 10). Mauro Spadolini (in basso a sinistra), detto anche Profeta Isaìa, centravanti (numero 9).

Gli avversari, MIRUS SRL, non sono stati fotografati, ma indossavano un completo nero (maglietta polo con logo piccolo, pantaloncini e calzettoni), tant'è che essendo tutti in ritardo, il primo che da solo mette piede in campo, si sente subito sfottere: "oh, ma che sei l'arbitro?". Ad ogni modo, il giudice sportivo ha avviato un indagine per utilizzo irregolare di 2 giocatori non regolarmente tesserati dalla società, ma per il noto e signorile fair-play degli avversari non si prevedono squalifiche.

Veniamo al campo e alla cronaca del match… pronti, via… dopo pochi minuti di studio nei quali non accade granchè, è proprio capitan Spinelli che esegue un passaggio filtrante in profondità, Spadolini si fà trovare pronto ed anticipando l'uscita del portiere, mette dentro l'1-0. La partenza fà ben sperare, ma dopo alcune parate di Santucci, che rapidamente scopre e rivela a tutti noi notevoli doti da eccellente numero uno, capitola e subisce l'1-1. È ancora Spinelli a trascinare la squadra e dopo 8 minuti di gioco la riporta in vantaggio con una bella azione solitaria e un gran diagonale da sinistra: 2-1 per MS3.

L'autonomia concessa ad una formazione che gioca solo 1 partita all'anno non supera i 10-15 minuti (+ riscaldamento iniziale) a certi ritmi ed infatti iniziano i dolori. Spadolini, dopo un tentativo di scatto in avanti, rischia l'infarto e giocherà il resto del match quasi da fermo. Robottino fà quel che può sulla fascia difensiva e in alcuni casi offensiva, ma anche lui a corto di fiato deve capitolare davanti ai più allenati avversari. Tina dà l'anima e lotta fino alla fine come sempre, ma anche lui non è nella forma in cui l'abbiamo visto l'anno scorso. Spinelli, il più allenato e tecnico di tutti, sorregge la squadra per quel che può, va in attacco e rientra in difesa… dispensa consigli tattici e non. Lui e i miracoli in porta di Santucci, riducono il passivo che potrebbe essere ben più pesante. Se la partita fosse finita dopo 15 minuti, MS3 avrebbe portato a casa la prima storica vittoria, ma il crollo era inevitabile: sul 2-1, MS3 incassa ben 7 reti consecutive e va sotto 2-8. Da quasi centrocampo, Spinelli, in un attimo di orgoglio vede un varco e tira una cannonata da quasi centrocampo che sorprende il portiere nel sette: 3-8. Non c'è niente da fare, fiato e gambe reggono molto poco ed è 3-10. Il 4° gol di MS3 lo segna ancora Spinelli, sempre con un bel diagonale.

Il gran capitano ha guidato la squadra tatticamente minuto per minuto, aiutando verbalmente tutti. Tra i consigli tattici più utilizzati, quello a Santucci: "Santù resta in porta!"… quasi ad ogni attacco di Mirus, fino a che Santucci, che in tutto il match non ha MAI effettuato uscite sull'uomo lanciato a rete, all'ennesimo consiglio di restare in porta gli fà: "Ma chi cazz si vò move!". Altro consiglio a Bottino, quando ormai senza fiato non riusciva a marcare o recuperare sull'avversario: "Bottì, fagli il fallo! Dai, fagli fallo!", ma il devoto numero 3 di MS3 non ha mai tagliato le gambe a nessuno.

Siamo a 5 minuti dalla fine: Spadolini ha uno sprazzo e servito spalle alla porta da Spinelli, protegge la palla, si gira e tira di sinistro: il portiere respinge e il tap-in di Robottino non è fortunato. Negli ultimi minuti, sul 4-11, la chicca del match… quella che vale il prezzo del biglietto (anche se uno spettatore di questa partita più che pagante dovrebbe essere pagato): Spinelli effettua un doppio dribbling e un tunnel successivo e, illuminato dalla "maradonata" appena compiuta, accoppa un sonoro: "T'ha piaciut aaaaah!" all'avversario appena saltato… dopo pochi istanti, rendendosi conto dell'esternazione si mette a ridere da solo incespicando sulla palla, che ugualmente giunge a Tina protrattosi in attacco… finta di corpo sul portiere e gran gol del 5-11… resterà negli annali e annuari del calcetto non professionistico. Nell'ultima azione, MIRUS segna ancora sul filo del triplice fischio finale. Risultato finale: 5-12. Una nota di cronaca doversosa: c'è chi, ma non facciamo nomi, ha tentato di corrompere il giornalista nel non dichiarare l'esatto numero di gol subiti, ma il dovere di cronaca, così come il giuramento di ippocrate, impone trasparenza e non concede sconti a nessuno! ๐Ÿ™‚

Vince il titolo di uomo partita SKY su tutti: Saracinesca Santucci… che in uno dei suoi tanti tuffi, si sgarra anche un ginocchio che espone sanguinolento, a fine partita negli spogliatoi.

Chiudiamo con le impressioni di fine incontro: la squadra MS3, ancora alla ricerca del primo successo sul campo, non è affatto delusa… anzi, ha molta voglia di impegnarsi, allenarsi e divertirsi in questo sport. Questi propositi saranno, ad ogni partita, sempre ed in ogni caso la più bella vittoria.

 

MONTESILVANO (PE), 26-04-2012 – Centro Sportivo Unicentro

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie. Maggiori info

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi